Giarre, alloggi via Carducci: alle 11 vertice in Prefettura. Inquilini presentano esposto alla Procura -
Catania
15°

Giarre, alloggi via Carducci: alle 11 vertice in Prefettura. Inquilini presentano esposto alla Procura

Giarre, alloggi via Carducci: alle 11 vertice in Prefettura. Inquilini presentano esposto alla Procura

Si svolgerà questa mattina alle 11 l’atteso tavolo in Prefettura coordinato dal vice prefetto aggiunto Antonina Latino, al quale sono stati inviatati a partecipare il sindaco di Giarre, Roberto Bonaccorsi, e gli avvocati degli inquilini di via Carducci, Cristoforo Alessi e Grazia Elena Pulvirenti.

Al centro del confronto il futuro dei 18 nuclei familiari non aventi titolo e per i quali occorre assumere una decisione e la questione delle ridotte dimensioni degli alloggi. Proprio sulle ridotte dimensioni degli appartamenti in costruzione, sulla scorta del sopralluogo cui ha preso parte una rappresentanza di inquilini, ieri pomeriggio abusivi e assegnatari hanno dato mandato ai propri legali per presentare un esposto che è stato indirizzato alla Procura della Repubblica, ai Comandi di Carabinieri e Guardia di Finanza, nonché alla dirigente della III Area, ing. Pina Leonardi, nel quale si denunciano anomalie nella costruzione degli alloggi che potrebbero tradursi in errori di progettazione: la collocazione dei bagni con finestra che si affacciano sul vano scala; le ridotte dimensioni degli alloggi in proporzione ai nuclei familiari.

Tali circostanze, se confermate dall’esame dei progetti richiesti e mai visionati – si legge nell’esposto – si tradurrebbero anche in problemi di sicurezza degli inquilini nonché determinerebbero carenze da un punto di vista sanitario.

Per tale ragione richiedono la verifica della ritualità della gara d’appalto, gli atti della gara d’appalto, le imprese che vi hanno partecipato, i progetti presentati dalle ditte partecipanti, varianti e capitolato d’opera dei progetti della ditta appaltatrice dei lavori. Gli inquilini chiedono di conoscere, inoltre, i criteri che verranno seguiti nell’assegnazione dei nuovi alloggi in via di ultimazione.

Potrebbero interessarti anche