Mascali: “città di paradossi e priva di identità” -
Catania
22°

Mascali: “città di paradossi e priva di identità”

Mascali: “città di paradossi e priva di identità”

Mascali regno dei paradossi. La cittadina ospita un centro “asociale”. Si tratta di una struttura pubblica intitolata al compianto papa Woytila per anni punto di riferimento per le attività ricreative e sociali per il quale – evidenzia il movimento civico La Nostra Mascali – è stata dichiarata l’inagibilità dei locali a quanto pare per il mancato rilascio del certificato. Strano davvero se si pensa che, in questa struttura, per anni si sono svolte decine di manifestazioni e l’auditorium ha ospitato, nel tempo, importanti e qualificate manifestazioni, convegni e attività di aggregazione sociale. Iniziative di spessore come il Premio Livatino. Ancora più cocente è la delusione per l’immotivata chiusura dell’annesso parco comunale inaugurato nel 2002 e dopo poco tempo abbandonato a sé stesso. Una vasta area a verde attrezzata con spazi ludici in totale stato di abbandono con rovi e sterpaglie che ormai hanno trasformato le aiuole in una giungla.

PARCO CHIUSO

La Nostra Mascali non comprende il motivo per cui la città non possa essere preparata alla nuova classe politica che dovrà governare la città. Al contrario si stanno creando solo i presupposti per danneggiare l’immagine di Mascali sul piano sociale, morale ed economico. E basta elencare le altre strutture di aggregazione come lo stadio o la palestra di via immacolata per avere la piena certezza che a Mascali sia del tutto sconosciuto il concetto di partecipazione.

“La posizione del movimento La Nostra Mascali – osserva Giovanni Pellizzeri – non vuole essere quella di attaccare l’Amministrazione nel quadro di una azione disfattista bensì di pungolo – anche sulla scorta delle pressanti segnalazioni di tanti cittadini mascalesi – invitando l’attuale governo cittadino a riflettere su queste esigenze. Siamo convinti, ad esempio, che la piena fruizione del centro sociale  possa  rappresentare una occasione per rivitalizzare il mondo associazionistico a Mascali che sta lentamente scomparendo. La riapertura del parco annesso al centro sociale, anche questo rappresenta un modo per aprirsi alla città. La struttura – rimarca Pellizzeri – non è stata concepita per essere esempio di abbandono e di degrado, ma perchè sia fruita dalla collettività. Dunque, il Movimento La Nostra Mascali chiede a questa amministrazione uno sforzo perchè Mascali possa riconquistare la propria identità e scommettersi per il futuro”.

Potrebbero interessarti anche