Giardini Naxos: salasso… ma senza servizi -
Catania
22°

Giardini Naxos: salasso… ma senza servizi

Giardini Naxos: salasso… ma senza servizi

Spazzatura, conto salato per il Comune senza che si registri l’auspicata efficienza per pulizia e smaltimento rifiuti

Lo smaltimento dei rifiuti di Giardini Naxos incomincia a pesare sul bilancio delle casse comunali, le ultime fatture, emesse dalla società ATO ME 4, sono molto salate e presenterebbero delle anomalie. Il Comune di Giardini Naxos, nel 2006, aveva passato, come molti Comuni siciliani, la gestione dello smaltimento dei rifiuti alla società a capitale pubblico, in liquidazione dal 2010, ATO ME 4. Pochi i controlli sulla qualità e sui costi del servizio che, in pochi anni, sono lievitati in modo esponenziale e, in molti casi, hanno prodotto delle vere e proprie difformità sui costi di gestione.

Il caso di Giardini Naxos sembrerebbe presentare qualche anomalia. Infatti, passando al setaccio le fatture emesse dalla società ATO ME 4, per il “costo conferimento in discarica e costo del servizio di igiene ambientale” relative ai mesi di aprile, maggio, giugno, luglio, ottobre e novembre 2013, emerge che l’importo complessivo è di circa 1 milione 470 mila euro. Conto salato, per non dire salatissimo, somme che non tornano se si sposta la lente sulla tanto sbandierata raccolta differenziata che i cittadini, diligentemente, fanno, ma che non porta nessun beneficio alle casse comunali.

Non tornano i conti neanche se si fa un semplice paragone con un Comune limitrofo, con una capacità turistico-ricettiva simile ed una popolazione altrettanto simile: Santa Teresa di Riva, comune del litorale Jonico che dista poco meno di 20 km da Giardini Naxos. Ebbene, paragonando le stesse fatture, emesse dalla società ATO ME 4, relative al “costo conferimento in discarica e costo del servizio di igiene ambientale” del mese di maggio 2013 troviamo un costo di 152.688,71 euro per il Comune di Santa Teresa di Riva, mentre per Giardini Naxos la fattura lievita a 269.496,48; per il mese di giugno 2013, Santa Teresa di Riva paga 144.241,21 euro, mentre per Giardini Naxos la cifra esorbitante è di 291.915,40, quasi il doppio.

A questo punto qualche approfondito controllo da parte dell’Amministrazione comunale sarebbe auspicabile, considerando la scarsa pulizia in cui versa il Comune, soprattutto nei mesi estivi, quando, a causa del riposo domenicale degli operatori ecologici, i cassonetti ed i cestini non vengono svuotati e si presentano traboccanti di spazzatura. Un pessimo spettacolo per i vacanzieri e un segno di umiliazione per i cittadini che, pur pagando tasse salate, si ritrovano un servizio di scarsa qualità.

Alexandra Ieni

Potrebbero interessarti anche