La sinergia della legalità -
Catania
26°

La sinergia della legalità

La sinergia della legalità

Acireale: incontro con il presidente della Commissione antimafia dell’Ars, on. Nello Musumeci

 Il presidente dell’Associazione Antiracket acese onlus “Rosario Livatino”, geometra Giuseppe Russo, con altri presidenti di associazioni che lottano l’estorsione, l’usura ed ogni altra illegalità ha incontrato, a Catania, l’on. Nello Musumeci quale presidente della Commissione Antimafia dell’A.R.S. Ogni singolo rappresentante delle Associazioni, dopo aver fatto presente la situazione esistente nel proprio territorio, ha poi avanzato alcune istanze per migliorare il lavoro ed i risultati del volontariato sociale nella difesa della legalità. Con Giuseppe Russo dell’AS.AR.A. di Acireale sono intervenuti i presidenti: Antonino Palano della LACAI di Terme Vigliatore, Salvatore Campo dell’A.SI.A. di Aci Castello, Giovanni Bonanno dell’A.S.A.E.C. di Catania, Angelo Giuffrida dell’ A.L.A. di Santa Maria di Licodia, Nino Terrazzino dell’Associazione Rosario Livatino di Caltanissetta, nonché Maurizio Squillaci presidente dell’Ass. Ugo Alfino della Confcommercio di Catania e Giuseppe Marino presidente dell’Ass. Confcommercianti di Grammichele.

Quale denominatore comune – ci dichiara Pippo Russo – la necessità di promuovere incontri più frequenti e rapporti collaborativi più concreti nello scambio di notizie fra le singole associazioni e fra queste e le Istituzioni che sono preposte al contrasto delle criminalità organizzate nonché alla prevenzione, repressione, lotta alla illegalità nelle sue diversificazioni”.

Si è poi posto l’accento sulla necessità di accertare in profondità eventuali collegamenti tra la criminalità organizzata e frange di operatori corrotti in alcune strutture pubbliche e studi di professionisti. Inoltre, è stato fatto presente che, pur in presenza di un accordo-quadro fra alcuni Istituti di Credito e il Ministero degli Interni, ci sono resistenze nella concessione di prestiti a clienti usurati.

Mi fa piacere ricordare – conclude il presidente Pippo Russo – che gli Statuti delle associazioni antiracket e antiusura prevedono e si riferiscono ad una completa assistenza verso gli operatori economici che, denunciando i loro estortori, dimostrano che anche tramite le nostre costanti attività, hanno acquistato fiducia verso lo Stato e le sue Istituzioni”.

Per la cronaca, aggiungiamo che l’on. Musumeci, prendendo la parola, ha rafforzato la necessità di rendere più attiva una operatività in rete fra le associazioni siciliane e le Istituzioni preposte alla lotta contro il crimine e di contrasto alle illegalità, anche per promuovere una coscienza civile più consapevole e responsabile. Incontro conclusosi con tre suoi precisi impegni: rivedersi a Palermo con tutte le Associazione antiracket e antiusura della Sicilia e le Istituzioni interessate, in una apposita giornata di lavoro, ai primi di dicembre prossimo, dedicata alle esperienze maturate nei vari territori; secondo, redazione di un calendario di incontri programmati a livello regionale; terzo, con il ministro degli Interni Angelino Alfano, si farà portavoce presso il governo delle problematiche sollevate dalle varie Associazioni di volontariato nel campo dell’antiracket e antiusura.

Camillo De Martino

Potrebbero interessarti anche