Giarre, polemica "bando case popolari": Giovanni Barbagallo conferma la data del 12 luglio -
Catania
34°

Giarre, polemica “bando case popolari”: Giovanni Barbagallo conferma la data del 12 luglio

Giarre, polemica “bando case popolari”: Giovanni Barbagallo conferma la data del 12 luglio

Si arricchisce di una nuova “puntata” il botta e risposta tra il presidente del Consiglio comunale, Giovanni Barbagallo, ed il sindaco Leo Cantarella e l’assessore Giusi Savoca. Dopo l’annuncio da parte di Barbagallo che il 12 luglio p.v. sarebbe stato pubblicato il bando per l’assegnazione degli alloggi popolari di via Trieste e la successiva nota congiunta del Sindaco Cantarella e dell’assessore Savoca in cui Barbagallo viene accusato di diffondere “notizie prive di fondamento” per “creare solo aspettative” nella cittadinanza ecco giungere una nuova nota stampa di Barbagallo finalizzata a confermare la fondatezza di quanto da lui dichiarato.

“Confermo quanto dichiarato nel precedente comunicato – afferma Giovanni Barbagallo -. Il 12 luglio è la data prevista per la pubblicazione del bando per l’assegnazione degli alloggi popolari. Il sindaco Cantarella e l’assessore Savoca o frequentano poco gli uffici del Comune di Giarre o, peggio ancora, mentono sapendo di mentire per motivazioni a me ignote. A provare la fondatezza di quanto da me affermato la nota dello scorso 4 luglio con la quale l’ufficio competente del Comune di Giarre ha richiesto ufficialmente alla Regione Siciliana di inserire in Gazzetta Ufficiale il bando in questione che, come preannunciato, partirà il 12 luglio. Tralasciando i tecnicismi e avendo ristabilito la verità dei fatti, che è riscontrabile da qualunque cittadino attraverso la consultazione degli atti – prosegue il presidente del Consiglio comunale – non si comprende il motivo per il quale questa attesa notizia venga oggi smentita o contestata di fronte ad atti inconfutabili. Adesso mi aspetto le scuse del sindaco e dell’assessore al ramo, permettendomi di consigliare ad entrambi – conclude – di porre maggiore attenzione alle dinamiche amministrative della nostra città, evitando di concentrarsi esclusivamente sul presenziare ad eventi, matrimoni, sagre e tagli di nastri”.

Potrebbero interessarti anche