San Leonardello, sopralluogo nella chiesa chiusa dal 1998. Flebile speranza per un restauro -
Catania
16°

San Leonardello, sopralluogo nella chiesa chiusa dal 1998. Flebile speranza per un restauro

San Leonardello, sopralluogo nella chiesa chiusa dal 1998. Flebile speranza per un restauro

Una flebile speranza per la Chiesa Maria Santissima della Libertà di San Leonardello, chiusa al culto dal 1998 per danni da terremoto. Ieri, un sopralluogo tecnico con la partecipazione di Sovrintendenza, Genio Civile e Comune di Giarre ha aperto la strada ad un possibile restauro. L’edificio, risalente al 1792, è sorretto da un ponteggio da anni – dopo i danni sismici riscontrati nel 1998 – e versa in cattive condizioni strutturali. La chiesa necessita di interventi di consolidamento e misure antisismiche. L’area ricade infatti su una faglia sismica.

Il possibile restauro della chiesa è un passo verso un futuro migliore per San Leonardello. Un futuro in cui la comunità della piccola frazione giarrese possa ritrovare un luogo di culto importante e un simbolo di speranza.

Alla ricognizione hanno preso parte  la sovrintendente ai Beni culturali, Donatella Aprile, il dirigente dell’Unità operativa Beni architettonici, Franco La Fico Guzzo e l’arch. Giuseppe Marano; per il Genio civile, l’ingegnere capo Gaetano Laudani e il geologo Giuseppe Filetti. In rappresentanza del Comune di Giarre, il vice sindaco Claudio Raciti, con il funzionario tecnico Salvo Scuderi e il presidente della V Commissione, Gabriele Di Grazia. Presente anche una delegazione della parrocchia di San Leonardello.

“Quello di oggi – afferma la sovrintendente Aprile – è una ricognizione per verificare lo stato dell’arte della chiesa e per accertare, visivamente, se le lesioni già presenti, con il trascorrere del tempo, si sono aggravate. Per ora, dunque, solo una sommaria valutazione tecnica, in vista di un tavolo operativo che, dopo Pasqua, sarà convocato in Sovrintendenza, alla presenza di tutti gli attori coinvolti”.

Potrebbero interessarti anche