Giarre, operatori pastorali quali “testimoni dell’amore di Cristo” -
Catania
22°

Giarre, operatori pastorali quali “testimoni dell’amore di Cristo”

Giarre, operatori pastorali quali “testimoni dell’amore di Cristo”

Celebrato al Duomo di Giarre, nel corso della Santa Messa domenicale, il rito del “Mandato agli operatori pastorali” per il nuovo anno liturgico. Presenti i responsabili dei vari gruppi parrocchiali, i catechisti, i ministranti, l’Azione Cattolica, il gruppo di preghiera San Pio, liturgico, famiglia, Caritas, coro, confraternite, doposcuola. In essi, ciascun membro è chiamato ad essere “chiesa che genera alla fede, per vivere la piena maturità in Cristo”: parola d’ordine, essere “testimoni autentici e credibili, comunicatori efficaci del suo amore”.

A presiedere l’Eucaristia, il parroco della chiesa madre, S. Isidoro Agricola, don Antonino Russo che, prima della preghiera dei fedeli, ha invitato gli operatori presenti a posizionarsi ai piedi dell’altare maggiore per esprimere, davanti a tutta l’assemblea dei credenti, la volontà di assumere gli impegni con fede e amore, quindi invita il gruppo di operatori a “fidarsi unicamente del Signore, a credere in Gesù che ha donato se stesso per noi e ci ha introdotti nella via dell’amore a Dio e ai fratelli, a lasciarsi condurre dallo Spirito Santo per testimoniare e annunciare amore, misericordia e perdono a quanti saranno loro affidati”.

A seguire è stata recitata la preghiera di benedizione degli operatori pastorali, affinché siano resi docili all’ insegnamento della Chiesa, si impegnino a istruire i fratelli e insieme servano Dio con generosa dedizione. Presenti i bambini e i ragazzi del catechismo con i rispettivi genitori.

Rosalba Azzarelli

Potrebbero interessarti anche