Cani avvelenati Altarello: Partito Animalista presenta denuncia in Procura. Taglia di 2mila euro a chi indica il colpevole -
Catania
14°

Cani avvelenati Altarello: Partito Animalista presenta denuncia in Procura. Taglia di 2mila euro a chi indica il colpevole

Cani avvelenati Altarello: Partito Animalista presenta denuncia in Procura. Taglia di 2mila euro a chi indica il colpevole

Adesso c’è la conferma:  le polpette che hanno ucciso, nel volgere di poche ore, 5 cani (uno è ancora gravissimo) che stazionavano nella frazione giarrese di Altarello, dopo averle ingerite, erano avvelenate.  La presenza di sostanze altamente tossiche – conferma l’assessore alle Politiche Animaliste, Giuseppe Cavallaro – sarebbe stata riscontrata dall’Istituto Zooprofilattico di Catania che ha analizzato una delle polpette repertate nel corso dell’ispezione eseguita dal Servizio Veterinario dell’Asp nell’area urbana di via La Pira, teatro della sconvolgente strage di cani che ha suscitato indignazione. Il Comune rimane comunque in attesa della relazione ufficiale.

Frattanto sull’avvelenamento collettivo di cani ad Altarello interviene il Partito Animalista Italiano che, in una nota “condanna fermamente questa ennesima strage nei confronti di poveri esseri indifesi. E’ stata presentata una denuncia in Procura contro chi si è macchiato di questo atroce crimine. Non possiamo che essere addolorati per quello che è successo – afferma Patrick Battipaglia, dirigente regionale del Partito Animalista Italiano –; chi ha commesso questa strage non può farla franca.

Chiediamo a chi abita nei pressi dei terreni di Altarello  di collaborare con le autorità affinché si possa dare un volto a questo criminale e nel caso fosse individuato, ci costituiremo parte civile nel processo. Adesso non è il momento di fare chiacchiere e proclami, ma – conclude la nota – di agire per mettere in pratica la legge evitando che in futuro vi siano atri casi tragici come quello di Altarello.

Già in passato – prosegue la nota – avevamo denunciato atri casi di avvelenamento di animali a Giarre. E’ necessario che il sindaco faccia la sua parte per sconfiggere il randagismo a Giarre. La legge regionale 15/2000 impone ai sindaci di intervenire in tal senso.

Noi come Partito Animalista siamo disponibili a partecipare ad un tavolo tecnico per poter mettere in pratica tutte le soluzioni per risolvere il problema randagismo”. L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha invece istituito una taglia di 2mila euro che – scrivono gli animalisti di Aidaa- “pagheremo a chi con la sua testimonianza o denuncia rilasciata alle autorità preposte, aiuterà ad identificare e far condannare in via definitiva il responsabile di questo nuovo avvelenamento di massa”.

Potrebbero interessarti anche