Giarre, recupero gettoni consiglieri. Irrituali dimissioni del Rup. Il sindaco: "Voglio approfondire" -
Catania
10°

Giarre, recupero gettoni consiglieri. Irrituali dimissioni del Rup. Il sindaco: “Voglio approfondire”

Giarre, recupero gettoni consiglieri. Irrituali dimissioni del Rup. Il sindaco: “Voglio approfondire”

Destano preoccupazione suscitando non poche perplessità le dimissioni presentate dal funzionario comunale Clara Mirabella che in una nota indirizzata al sindaco di Giarre, Leo Cantarella, ha rappresentato la necessità di rinunciare al ruolo di Responsabile Unico del Procedimento dell’ufficio che da mesi si sta occupando del recupero delle somme indebitamente percepite dai consiglieri comunali, all’esito dell’attività ispettiva della Regione.

Che cosa è accaduto e perché queste dimissioni nel bel mezzo delle procedure in atto? Una mossa oltretutto non propriamente rituale dal punto di vista procedurale. Messa in atto da un qualificato funzionario comunale che avrebbe fornito non meglio precisate motivazioni, tanto che il sindaco Cantarella che si è detto stupito e imbarazzato per l’accaduto.

“Le dimissioni della Mirabella appaiono irrituali – afferma il sindaco Cantarella – e mi hanno colto di sorpresa. Mi riservo di accettarle, non prima di avere convocato il funzionario comunale Mirabella e approfondire i motivi che l’hanno indotta a rinunciare all’incarico, oltretutto su un tema particolarmente delicato. Valuteremo se accettare o respingere queste dimissioni con il segretario generale, d’accordo con il responsabile dell’Avvocatura comunale e con il nostro esperto legale”.

Sulla vicenda si insinuano sospetti. Che al momento restano offuscati da una anomala reticenza. Secondo alcune voci l’attività dell’ufficio che si sta occupando della vicenda “gettonopoli” ha suscitato non pochi malumori e, a quanto pare si sarebbero verificate tensioni sfociate in alcuni gravi episodi legati a presunte pressioni esercitate da non meglio precisati soggetti. Il sindaco auspica che tutta la vicenda venga portata alla luce mostrando la propria determinazione ad andare fino in fondo. Financo presentarsi dal Prefetto di Catania rappresentando i fatti.

Con straordinaria coincidenza le dimissioni della Mirabella giungono a pochi giorni dalla notifica dell’ennesima comunicazione dell’assessorato regionale delle Autonomie locali e della Pubblica funzione, con cui si richiede un chiarimento circa una possibile causa di incompatibilità di due consiglieri comunali, Antonio Camarda e Leo Patanè e quali azioni sono state intraprese al riguardo, in considerazione della scadenza dei termini per il pagamento delle somme indebitamente percepite.

Il dipartimento regionale, nella nota ha ribadito che “al fine di potere svolgere l’attività istituzionale di vigilanza, ha invitato sindaco, presidente del consiglio e segretario, ognuno nelle rispettive funzioni, a trasmettere nel termine di 30 giorni, i chiarimenti sulla delicata vicenda”.

Potrebbero interessarti anche