Riposto, furto alla gioielleria Cosentino: identificato e arrestato uno degli autori -
Catania
11°

Riposto, furto alla gioielleria Cosentino: identificato e arrestato uno degli autori

Riposto, furto alla gioielleria Cosentino: identificato e arrestato uno degli autori

Cerchio chiuso. I carabinieri della Stazione di Riposto hanno rapidamente dato una svolta alle indagini sull’azione criminale del 18 settembre scorso in danno della gioielleria Cosentino, in corso Italia a Riposto.

I Cc hanno dato un volto ad uno dei due malviventi che partecipò all’azione criminale. Si tratta del ripostese Alfio Valvo, 37 anni, pregiudicato, che fruiva dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Secondo i Cc Valvo avrebbe partecipato al colpo durante il quale, usando un piccolo ariete, è stata sfondata una delle vetrine del negozio, assestando una serie di colpi sul vetro blindato e, una volta realizzato il buco,  con estrema disinvoltura, spalleggiato da un complice, ancora non identificato, ha prelevato i monili in esposizione, per un valore complessivo di circa 5 mila euro.

La svolta alle indagini è giunta grazie all’attenta visione dei filmati della video sorveglianza del negozio e degli esercizi commerciali della zona, evidenziando che l’autore dell’azione criminale aveva un vistoso tatuaggio sul collo, al lato sinistro di posizione (dietro l’orecchio sinistro), fattezza e conformazione identici a quello che presenta Alfio Valvo. Non solo. In sede di sopralluogo, i carabinieri, accertavano che sulle vetrate della gioielleria, erano presenti delle tracce ematiche lasciate da uno degli autori dell’azione criminale.

Nello specifico i filmati hanno mostrato che solo uno dei due autori aveva infilato il braccio sinistro nel foro realizzato sul vetro blindato, per trafugare la merce esposta. E che Valvo, sottoposto ad accertamento la stessa sera del furto, presentava con straordinaria coincidenza, una ferita fresca non ancora cicatrizzata sul dorso del pollice mano sinistra.

Potrebbero interessarti anche