Zafferana, presentato “Giallo nordico” l'ultimo saggio del dott. Alessandro Centonze -
Catania
25°

Zafferana, presentato “Giallo nordico” l’ultimo saggio del dott. Alessandro Centonze

Zafferana, presentato “Giallo nordico” l’ultimo saggio del dott. Alessandro Centonze

Il Lions Club Zafferana Ionica in collaborazione con il Comune di Zafferana Etnea  ha organizzato nell’aula consiliare del Palazzo di Città un evento culturale con la presentazione dell’ultimo saggio del dott. Alessandro  Centonze dal  titolo il “Giallo nordico” e i suoi dintorni, prefazione dell’editore Mario Grasso.

Dopo i saluti istituzionali  del sindaco avv. Salvatore Russo, ha introdotto  il  moderatore avv. Eugenio De Luca e, ancora a seguire, la presidente Lions  Zafferana Ionica  Carmelita Cali; ha concluso  la presidente Lions di Zona 16 dott.ssa Graziella Torrisi.

L’autore  Centonze, appassionato di giallo  nordico, che di mestiere è magistrato della Corte di Cassazione, ha da sempre seguito da cultore il filone della “letteratura del giallo” propria dei Paesi del Nord Europa, ha parlato della  storia del giallo che coincide  in gran parte  con la storia del genere poliziesco, la caratteristica che distingue  la categoria della scrittura è rappresentata dall’ambientazione geografica, necessariamente scandinava  nella quale le attività di indagini si sviluppano nel corso delle varie tappe del romanzo e l’autore spiega  cosa rende unico il tipico romanzo poliziesco rispetto  al resto della letteratura  italiana e straniera.

Nella sua  pubblicazione  racconta evoluzioni e caratterizzazione di questo  particolare  genere di letteratura in giallo propria dei Paesi  del Nord Europa raccogliendo i brevi ed intensi studi pubblicati  su riviste letterarie  nazionali  ed estere. Nella  prima  parte  si è  occupato dell’origine  del giallo nordico in cui racconta gli autori storici,  i padri del giallo, nel panorama letterario contemporaneo  ove i gialli nordici si sviluppano attorno  agli  omicidi  e sono ambientati  principalmente in Svezia, ma anche in misura  minore in Danimarca e Norvegia e nel contempo  elogia la bravura degli autori che lo rappresentano nel panorama  internazionale.

Nella parte centrale del libro si evidenziano le riflessioni sparse  che raccolgono tutte le vicende  poliziesche  sul “Giallo” che  diventa  un genere letterario tipico appartenente ad una ben distinta categoria di scrittura e nel contempo gode di una grande fortuna. Il successo del Saggio è anche legato alle recensioni  che l’autore  ha pubblicato  su una rivista specialistica “ Libreriamo”.

La terza  parte è dedicata  agli  eccentrici del giallo nordico, le varianti scandinave, ovvero con riferimento agli autori norvegesi e danesi,  la fortuna di questo tipico genere letterario, dunque, oltre che alla bravura degli autori che lo rappresentano e alla grandezza letteraria dei suoi padri nobili,  discende dal  possedere delle peculiarità narrative  che lo differenziano del genere  “noir”  di ispirazione tradizionale.

Per concludere il  “Giallo Nordico “ rispetto a quello  di altre tradizioni letterarie si differenzia  dagli altri generi per le forti venature sociali, dove il crimine  nasce sempre all’interno di crepe sociali, soprattutto  in  Svezia e in Norvegia;  a cambiare la scena  è anche l’ambientazione  vedi  anche i romanzi  ambientati in  Lapponia  con i suoi  luoghi unici dove  l’autore afferma  che i gialli nordici  costituiscono  un fenomeno letterario di enorme  successo editoriale  che ha  assunto  connotazioni  assolutamente originali rispetto alla  giallistica  tradizionale.

Anna  Fichera

 

 

Potrebbero interessarti anche