A Francavilla di Sicilia un sindaco "tuttofare": dall'incontro diplomatico alla riparazione dell'impianto idrico -
Catania
17°

A Francavilla di Sicilia un sindaco “tuttofare”: dall’incontro diplomatico alla riparazione dell’impianto idrico

A Francavilla di Sicilia un sindaco “tuttofare”: dall’incontro diplomatico alla riparazione dell’impianto idrico

Il primo cittadino Enzo Pulizzi ha personalmente messo mano ad un rubinetto della condotta irrigua onde evitare di lasciare “a secco” diversi quartieri del paese. «Ero a Messina ad un importante evento culturale – ha dichiarato – ed ho telefonato ai dipendenti municipali affinché risolvessero il problema, ma nessuno si è mosso. Adesso dovrà cadere qualche “testa” perché certi impiegati “rubano” il loro stipendio…»

Rivestire la carica di pubblico amministratore di un Comune comporta – si sa – “onori ed oneri”, anche nell’ambito… di una stessa giornata. Può così capitare che un sindaco la mattina si trovi in ambienti raffinati ed esclusivi per poi la sera essere costretto a fare… l’umile operaio. Lo sa bene Enzo Pulizzi, primo cittadino di Francavilla di Sicilia, il quale avantieri, dopo aver incontrato a Messina “nientepopodimeno che” l’ambasciatore di Spagna in Italia (nell’ambito delle celebrazioni per il tricentenario della storica “Battaglia di Francavilla”), non appena rientrato in paese ha dovuto personalmente “sporcarsi le mani” per risolvere un guasto all’acquedotto comunale, che nelle ore precedenti aveva privato dell’erogazione idrica diversi quartieri del paese. Ne è scaturita una seguitissima “diretta Facebook” a cui il sindaco di Francavilla ha affidato tutto il suo sfogo mentre armeggiava con un rubinetto dell’impianto idrico con ancora addosso il vestito da cerimonia da lui indossato in occasione del suo incontro con il diplomatico spagnolo.

Il sindaco Enzo Pulizzi alle prese con il rubinetto dell’acquedotto

«Sono appena tornato da Messina – ha dichiarato nel video il sindaco Pulizzi – dove ho partecipato ad un importante incontro culturale riguardante la comunità francavillese. Mentre era in corso questo incontro ho appreso di questa disfunzione idrica in varie zone di Francavilla ed ho provato a mettermi telefonicamente in contatto con i dipendenti del mio amato Comune affinché qualcuno andasse a risolvere il problema. Ma gli impiegati, a partire dal capo area fino all’usciere, non sono riusciti a fare questa semplicissima operazione che adesso sto facendo io, non appena rientrato in paese. Ebbene: domani cadranno delle “teste”, perché non possiamo più consentire che dei dipendenti comunali, “rubandosi” lo stipendio, se ne stiano tranquillamente a casa in presenza di un’emergenza. Nel caso di specie, diversi quartieri del nostro paese sono rimasti senz’acqua e con attività produttive letteralmente “in ginocchio”, ma nonostante le mie sollecitazioni nessun impiegato comunale è intervenuto per effettuare una banale operazione, che anch’io sono stato in grado di porre in essere una volta rientrato a Francavilla. Questa è una cosa vergognosa che non può essere più tollerata: esigo spiegazioni e che ognuno si assuma le proprie responsabilità!».

Ieri sera abbiamo chiesto al sindaco di Francavilla di Sicilia quali “teste” avesse “decapitato”, come da lui minacciato, a seguito dell’increscioso caso verificatosi due giorni fa nella cittadina dell’Alcantara. «Anche oggi – ci ha risposto Enzo Pulizzi – non sono stato in municipio perché ho dovuto partecipare a degli importanti incontri istituzionali da cui la nostra comunità potrà trarre benefici. Ripercorrendo comunque le convulse ore di martedì, posso dire che la prima telefonata l’ho fatta all’ingegnere Antonino Seminara, capo area del servizio idroelettrico, il quale ha a sua volta contattato i dipendenti e gli operai che avrebbero potuto e dovuto risolvere il problema. Ma tutti gli hanno detto che stava piovendo (a quanto mi risulta in maniera assolutamente normale) e che si rischiava di scivolare… Ripeto: si trattava, così come ho fatto io pur non essendo un tecnico né un operaio, di aprire un semplice rubinetto…».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: il sindaco Enzo Pulizzi la mattina a Messina con l’ambasciatore della Spagna e la sera alle prese con il rubinetto dell’acquedotto comunale

Potrebbero interessarti anche