L’Ipsseoa “G. Falcone” di Giarre ospite all’evento Ischia-Safari -
Catania
13°

L’Ipsseoa “G. Falcone” di Giarre ospite all’evento Ischia-Safari

L’Ipsseoa “G. Falcone” di Giarre ospite all’evento Ischia-Safari

“Esperienza significativa e unica quella fatta all’evento “Ischia Safari””. A parlare è Venera Ferrara, studentessa fra le eccellenze della V F enogastronomia settore cucina dell’Ipsseoa “G. Falcone” di Giarre che lo scorso 16 settembre ha preso parte all’evento Ischia – Safari 2019 promosso dall’associazione culturale “Ischia Sapere e Sapori – Centro Culturale ed Artistico” svoltosi nella splendida location del parco del Negombo di Ischia.

L’Ipsseoa di Giarre è stato invitato a partecipare a seguito della significativa esperienza dell’anno scolastico 2018/19 che ha visto attribuire da parte dell’associazione un premio come istituto di eccellenza del sud.

L’evento fra i più importanti a livello nazionale, promosso dagli chef Nino Di Costanzo e Pasquale Palamaro, ha ospitato circa quattromila partecipanti che hanno degustato i piatti preparati da 120 fra chef, pasticceri ed artigiani del gusto provenienti da tutta Italia.

L’associazione Ischia Safari si pone come obiettivo quello di supportare il mondo della ristorazione, offrendo a vari studenti meritevoli del settore, un periodo di formazione. Gli scopi dell’organizzazione sono quelli di promuovere un distretto culinario di eccellenza, stimolando così il confronto con gli interpreti di altri territori.

L’evento, molto ben organizzato, ha visto la partecipazione di sponsor d’eccezione come Electrolux, azienda di riferimento globale nella produzione di soluzioni per il settore della ristorazione. Nel proprio stand ogni chef aveva la possibilità di far degustare la sua specialità, preparate sul momento in live cooking.

“Dall’evento ho avuto l’opportunità di apprendere nuove tecniche di cottura, di conoscere nuovi piatti e ingredienti del posto, ma soprattutto, di assaggiare ogni singolo piatto. Ho avuto l’occasione di assaporare quasi tutti i piatti presenti, apprendendo informazioni preziose sulle materie prime utilizzate, su tecniche di cottura che coniugano tradizione e innovazione. Fra tutte il polpo rosso con clorofilla di sedano è stato preparato attraverso la cottura sottovuoto per 2 ore a 70°C con dell’acqua di polpo e pomodoro, spicchi di limone verde, pepe bianco in grani. Dal sedano frullato si ricava la clorofilla. Dopo aver affettato il ravanello e la carota viola, viene aperta la busta del sottovuoto e il polpo viene tagliato. Infine, il piatto viene completato con vari tipi di salse, il ravanello, la carota viola, il sedano, broccoli e cavolfiori. Le specialità che ho apprezzato di più tra i numerosi piatti è stato l’antipasto ai tartufi, i capelli d’angelo alle alghe e l’angus marinato nella soia con mozzarella di bufala e salsa pizzaiola. Ovviamente non poteva mancare l’angolo dei dolci, anche qui la scelta era molto ampia, vi erano monoporzioni di tutti i tipi (setteveli, cassate, mousse al cioccolato, tiramisù), babà di varie misure, fichi dolci avvolti nello zucchero filato e molte altre golosità! Ho avuto anche la possibilità di poter degustare originali cocktail preparati con ingredienti del luogo.

Un grazie speciale – conclude Vera –  oltre che all’istituto che frequento, va anche a coloro che ci hanno permesso di essere presenti: l’organizzazione di Ischia Safari e il ‘colosso’ Electrolux, nella persona della dott.ssa Rita Montanari, area manager”.

Potrebbero interessarti anche