Giarre, suona la campanella. Criticità scuole, carenza vigili e traffico in affanno VD -
Catania
30°

Giarre, suona la campanella. Criticità scuole, carenza vigili e traffico in affanno VD

Giarre, suona la campanella. Criticità scuole, carenza vigili e traffico in affanno VD

Suona di nuovo la campanella e Giarre si prepara all’assalto dei pendolari che giungono dai vari paesi del comprensorio jonico etneo nel primo giorno di scuola.

Gran parte dei pendolari giungono in città con i bus di linea che, a partire da domani, intensificheranno le proprie corse per via della straordinaria affluenza di studenti.

E con la ripresa delle attività didattiche, l’amministrazione comunale giarrese ha programmato per domani l’operazione preventiva di sicurezza e controllo del territorio, che prevede l’impiego di tutti gli agenti di Polizia Locale disponibili, per il presidio dei punti nevralgici della città.

In particolare le varie pattuglie “automontate” saranno dislocate sul territorio per il controllo delle scuole che ricadono in punti strategici della città: via Veneto, via Trieste, corso Europa, piazza Carmine, via Pirandello, viale Don Minzoni. Previsti servizi di pattugliamento anche davanti gli ingressi delle scuole elementari e medie.

Quest’anno nel Corpo di polizia municipale il clima non è dei migliori per via del malcontento legato alla restituzione delle indennità indebitamente percepite nell’ambito di un piano di miglioramento dei servizi, in seguito al quale, le rappresentanze sindacali della polizia locale, hanno richiesto un incontro urgente con il prefetto di Catania.

Frattanto proseguono incessanti gli interventi manutentivi in diverse scuole, tra guasti alla rete idrica, adeguamenti degli impianti elettrici e altri interventi anche di natura strutturale (copertura plesso elementare Manzoni di viale Mediterraneo a Macchia) per i quali si rende necessario stanziare precise somme.

Tra i più importanti quelli sollecitati dalla dirigente scolastica Rosaria Stella Cardillo riguardanti il plesso elementare “Don Bosco” di via Gravina, sul cui tetto occorre riposizionare le tegole spostate dal vento e che potrebbero essere fonte di nuove infiltrazioni di acqua piovana.

La dirigente Cardillo auspica poi un intervento urgente anche nella media “Maria Rita Russo” di Trepunti, dove una porzione di muro è stata abbattuta, nel marzo scorso, da un mezzo pesante nel corso di un incidente autonomo. Da mesi sono in itinere le procedure per ottenere le somme dall’assicurazione. Al momento l’area è solo transennata.

Potrebbero interessarti anche