Giarre, bomba ecologica dietro un centro commerciale. E nessuno vede -
Catania
32°

Giarre, bomba ecologica dietro un centro commerciale. E nessuno vede

Giarre, bomba ecologica dietro un centro commerciale. E nessuno vede

Giarre assediata dalle micro discariche. In centro come in periferia aumentano a dismisura. Una su tutte continua ad estendersi alle spalle di un complesso commerciale, nella zona di corso Messina, teatro di una significativa espansione urbanistica.

L’area in questione, adiacente ai parcheggi di due centri acquisti, frequentata da decine di persone,  è completamente invasa da rifiuti anche di grosse dimensioni. Tutto intorno la vegetazione incontrollata con rovi e sterpaglie che in parte copre i vistosi cumuli che, con il caldo torrido di questi giorni, emanano cattivo odore.  Il sito in questione ha ospitato di recente un accampamento di nomadi che dopo varie diffide è stato smobilitato. Via i nomadi (per ora), ma non i rifiuti circondati dalle erbacce a rischio incendio.

Ma la discarica alle spalle della nuova area commerciale di corsoMessina, purtroppo, non è lunica. Molte altre campeggiano in zone anche più centrali: quella quotidiana che si ingrossa a vista d’occhio all’incrocio tra via Tommaseo e la via Musmeci. Lungo la via Manzoni, in via Verdi e persino lungo la via Barbagallo a pochi metri da piazza Duomo. Una indecenza inaccettabile che non trova soluzione. Al netto delle isole ecologiche itineranti. L’assessore all’Ecologia Santino Oliveri interpellato sulla crescita esponenziale delle discariche, nel territorio comunale giarrese, afferma che “la ditta che ha in appalto il servizio di igiene urbana è da tempo impegnata in svariati interventi di bonifica. Proprio in questi giorni – osserva – gli interventi si sono concentrati nella zona di Cutula e nella frazione collinare di San Giovanni Montebello, nello spazio antistante la via Coriolano. L’area di corso Messina sarà inserita nell’elenco”.

Potrebbero interessarti anche