Giarre, emergenza incendi. Corsa contro il tempo per proteggere le aree comunali -
Catania
32°

Giarre, emergenza incendi. Corsa contro il tempo per proteggere le aree comunali

Giarre, emergenza incendi. Corsa contro il tempo per proteggere le aree comunali

Corsa contro il tempo per scongiurare potenziali incendi in quelle aree a verde assediate da rovi e sterpaglie ed esposte a pericoli concreti di combustione. In questo quadro è l’assessore ai Servizi tecnici Franco di Rao ad imprimere una significativa accelerazione considerata anche l’ordinanza sindacale della scorsa primavera, paradossalmente disattesa proprio dal Comune. E, nella prospettiva di affidare quanto prima la gestione del verde comunale ad una impresa privata esterna, in considerazione dell’esiguo numero di giardinieri in forza al Comune, l’assessore al ramo ha sollecitato gli uffici a predisporre una lista di aree a verde dove intervenire conassoluta urgenza per via della rigogliosa vegetazione spontanea, attualmente avvizzita, che costituisce pericolo in caso di incendi. In questo senso, al termine di una serie di mirati sopralluoghi effettuati nel territorio comunale,sono state selezionate quelle, tra parchi e spazi esterni maggiormente vulnerabili nel periodo estivo con le roventi temperature, che rappresentano un concreto pericolo.  Fanno parte dell’elenco l’area adiacente il torrente Jungo, lato est di via Trieste; l’area prospiciente la via Pertini retrostante la sede scolastica dell’istituto Comprensivo Giuseppe Russo; lo spazio a verde antistante la via Carlo Cattaneo e quello di via Carlo Sada; il parco comunale Don Milani; l’area a verde sottostante la piazza di Trepunti, infestata da rovi e sterpaglie e anche da rifiuti di vario genere a rischio incendi, a pochi metri dalla Statale; l’area perimetrale dell’ex Tribunale, oggi sede degli uffici giudiziari del  Giudice di pace (dove già l’altro ieri si è verificato un primo incendio, poi arginato dai vigili del fuoco);  nello spazio compreso tra corso Europa e la via Abruzzi; l’area interna che circonda il micro asilo comunale di via Russo a Macchia. E ancora: la fascia attigua lato ovest del plesso scolasticoCousinet di via Giusti a Trepunti; il parco comunale Giardino”, nella frazione collinare di San Giovanni Montebello.

E inoltre: la vasta area a verde di corso Messina in corrispondenza di via Mercurio: zona ad alta densità abitativa, nella quale ricadono anche alcuni centri commerciali, recentemente teatro, in più occasioni, di pericolosi incendi che hanno lambito le numerose abitazioni della zona urbana; e infine il parco comunale Quattro Stagioni, nello spazio di lottizzazione urbana a verde, da lungo tempo assediato da una gigantesca selva di rovi e sterpaglie, che si estende tra via Berlinguer e la via Silvio Pellico, alla periferia sud della città.

Potrebbero interessarti anche