Giarre, rete idrica colabrodo, interventi nel pozzo di Macchia -
Catania
30°

Giarre, rete idrica colabrodo, interventi nel pozzo di Macchia

Giarre, rete idrica colabrodo, interventi nel pozzo di Macchia

L’assessore ai Servizi tecnici, Franco Di Rao, consapevole della precarietà degli impianti e delle variegate problematiche tecniche tra dispersioni di acqua potabile nel sottosuolo, consumi elevati di alcune utenze pubbliche, ha programmato una serie di interventi, nell’intendimento di scongiurare, in piena estate, potenziali disservizi.

Non meno importante anche la piena operatività delle pompe idriche attive nei pozzi comunali. In questi giorni nel pozzo di fondo Macchia è stata collocata una nuova pompa, oggetto di un intervento di manutenzione. Attualmente, come conferma l’assessore Di Rao, l’emungimento dell’acqua viene effettuato attraverso una elettropompa sommersa che consente di prelevare una portata pari a 40 litri al secondo. Una quantità che consente di sopperire alle carenze di una vasta porzione del territorio comunale.

L’ufficio Acquedotto, nel contempo, ha disposto la manutenzione delle vecchie pompe, cosi da averle a disposizione in caso di guasti improvvisi. Le pompe, benchè di vecchia generazione, sono più durevoli per la qualità dei materiali. Nei prossimi giorni, è prevista la sostituzione di un’altra elettropompa idrica, stavolta nel pozzo comunale Cavallo (S. Alfio), poichè è stata ravvisata una perdita di 10 litri secondo.

“Grazie all’impiego di una delle pompe di riserva – afferma l’assessore Di Rao – possiamo garantire una portata costante a beneficio della popolazione che usufruisce di questo strategico pozzo”.

Frattanto, in tema di manutenzione, in questo caso nella zona di Trepunti, sono stati completati mirati interventi nelle tubazioni interrate di via Montale finalizzati al rinforzo ad anello della via Foscolo.

L’assessore Di Rao:“E’ stata definitivamente risolta una complessa convivenza fra il prelievo dell’acqua per gli impianti idrici del carcere e i residenti della zona residenziale che lamentavano una bassa pressione. A breve si procederà con la medesima operazione, collegando gli impianti di viale Don Minzoni con via Pirandello dove si verificavano inconvenienti di bassa pressione con aria mista ad acqua, in caso di poca acqua nel serbatoio di Macchia. Infine, previa verifica, potenzieremo il prelievo di acqua dai pozzi di S. Alfio sfruttando a pieno la concessione idrica”.

Potrebbero interessarti anche