Lori Di Guardo, medico ed appassionata di hockey su prato -
Catania
23°

Lori Di Guardo, medico ed appassionata di hockey su prato

Lori Di Guardo, medico ed appassionata di hockey su prato

Appena scesa dal’aereo è subito quasi volata a casa dei suoi genitori per riassaporare i colori ed i sapori della casa dove ha vissuto per tanti anni fino alla laurea in medicina all’Università di Catania per poi partire nel 2007, come tanti emigranti al nord Italia per concludere brillantemente la specializzazione scelta in medicina e trovare lavoro in terra lombarda, ma l’amore per l’hockey su prato, praticato dapprima sul polveroso campo di calcio di Valverde e poi con il C.U.S. Catania a fianco di quelle atlete che, negli anni successivi, conquistavano allori su allori con tanti scudetti cuciti sulle maglie, l’ha spinta a cercare in Lombardia una squadra con la quale continuare a praticare tale disciplina sportiva fino a spingerla due anni fa a crearne una nuova, proprio la TeamSport a Cernusco sul Naviglio.

Davanti ad una tazza di caffè bollente, accompagnata dalla fida “Stella” una cagnolina bassotta, anch’essa felice di rivedere dopo tanto tempo la propria padroncina, con indosso una semplice maglietta verde come il colore degli occhi, sempre pronta a rispondere al cellulare in trepida attesa dell’arrivo delle proprie atlete all’aeroporto etneo, ci precede anche nelle domande.

“Una finale a quattro squadre in soli due giorni – esordisce la Di Guardo – sabato e domenica addirittura con una partita al mattino ed una al pomeriggio, se da un lato agevola le società che provengono da più lontano sui costi, dall’altro lato penalizza il gioco considerando le temperature incandescenti di questo mese di giugno in Sicilia e che metteranno a dura prova la tenuta atletica di tutte le ragazze; credo che rispetto agli anni passati potrebbe essere una ‘final four’ molto equilibrata”.

– Puoi fare un tuo pronostico?

“E’ evidente – afferma Lori Di Guardo, membro del consiglio nazionale della Federhockey – che come favorita parte la squadra locale, la Polisportiva Valverde, allenata dall’argentina Trinidad Canon, che inoltre potrà contare sulla presenza del proprio pubblico e sul fattore campo, ma anche le altre formazioni, rinforzate dalla presenza di diverse giocatrici straniere che studiano o lavorano in Italia, potrebbero dire la loro anche con un pizzico di fortuna”.

Domenico Pirracchio

Questo il calendario delle gare:
sabato 8 giugno
ore 15 TeamSport – Capitolina
ore 17 Valchisone – Pol. Valverde
domenica 9 giugno
ore 9 TeamSpot – Valchisone
ore 11 Capitolina – Pol. Valverde
ore 14 TeamSport – Pol. Valverde
ore 16 Capitolina – Valchisone
ore 18 premiazione conclusiva

Potrebbero interessarti anche