Giarre, paghi la multa ma il Comune ti chiede di pagarla due volte -
Catania
22°

Giarre, paghi la multa ma il Comune ti chiede di pagarla due volte

Giarre, paghi la multa ma il Comune ti chiede di pagarla due volte

Paghi la multa ma dopo qualche giorno ti arriva la raccomandata che ti chiede di pagare la stessa multa. Lo segnalano alcuni automobilisti che esibiscono la ricevuta del pagamento effettuato e la richiesta di pagamento dal Comune.

E se un cittadino distratto paga due volte la stessa multa? O se smarrisce la ricevuta deve pagare due volte? Dal comando della polizia municipale spiegano che non c’è malafede: i verbali sono gestiti da software e alcuni pagamenti cartacei arrivano dopo che il Comando ha inviato il verbale di accertamento con richiesta di pagamento della multa.

Per il Comune è anche uno spreco per le spese di notifica che restano a carico dell’Ente nel caso di multa già pagata dall’utente. Tuttavia, secondo una statistica redatta dallo stesso comando, i casi di questo genere si attestato tra l’1,5 e il 3%.

Per risolvere questo inconveniente una soluzione potrebbe essere quella di consentire alla società privata concessionaria che esercita il recupero della tariffa evasa di avere accesso on line al conto del Comune, possibilità che si è deciso di non dare a un privato.

L’alternativa allora potrebbe essere la creazione di un conto apposito per le multe, cosa che fu fatta a suo tempo ma arrivò un esposto: il secondo conto forse aveva insospettito qualcuno e quindi fu chiuso.

«Sono inconvenienti che capitano anche con l’Agenzia delle Entrate – spiega il comandante Maurizio Cannavò –. La richiesta di pagamento, d’altra parte, deve essere inviata entro i tempi previsti dalla legge e non possiamo esimerci. Tuttavia, gli interessati possono comunicare via pec o via telematica l’avvenuto pagamento, senza doversi recare al comando».

Potrebbero interessarti anche