Mascali: alla scoperta di “La via di la Cruci” dello scrittore giarrese Giovanni Grasso -
Catania
15°

Mascali: alla scoperta di “La via di la Cruci” dello scrittore giarrese Giovanni Grasso

Mascali: alla scoperta di “La via di la Cruci” dello scrittore giarrese Giovanni Grasso

Sarà presentato il prossimo 16 marzo, alle ore 19,00, nella chiesa Madre “Santa Maria dell’Itria”, a Nunziata di Mascali, il nuovo volume, in versi dialettali, dello scrittore giarrese Giovanni Grasso, intitolato “La via di la Cruci”.

Contenente una raccolta di testi di meditazione, in dialetto siciliano, sulla passione di Gesù, il volume offre al lettore la possibilità di riflettere sull’eccelso mistero della presenza di Dio fatto uomo, “venuto nel mondo per salvare e non per essere salvato”. Al Suo fianco la presenza, di una donna semplice, obbediente e silenziosa, la Madre, la Vergine Maria, che, nella sua semplicità di donna riesce, pur con la sua fragilità, a confermare, ancora una volta, al Padre il suo si anche dinanzi al dolore che prova ai piedi della croce.

Organizzata dalla Parrocchia di Nunziata, piccolo borgo medioevale mascalese, guidata da don Carmelo Di Costa, e dalla locale Pro Loco, la serata, vuole essere un valido momento di condivisione dei misteri di Dio tra quanti vogliono prepararsi al meglio alla celebrazione della Santa Pasqua.

«Il mio affetto verso la Madonna e il suo figlio Gesù – spiega lo scrittore, Giovanni Grasso, originario di Linera, vincitore di diversi concorsi letterari nazionali – ha origini nel tempo. Sin da bambino, sono stato educato dalla mia mamma al rispetto e alla devozione alla Vergine del Lume, venerata nella parrocchia del mio paese. Da allora la mia devozione alla Madonna è andata via via crescendo, sempre più, fino a raggiungere una solida pienezza di fede, al punto che a Lei ho dedicato il mio primo volume intitolato “A matri di li matri”. A seguire, l’ammirazione, per il Santo Papa, Giovanni Paolo II, ha contribuito ad accrescere la mia spiritualità, tanto da ispirarmi la stesura di un nuovo poema, a Lui dedicato. Negli anni – prosegue lo scrittore –, la mia fede ha nutrito e maturato il mio pensiero, le mie personali riflessioni, portandomi a vivere la mia esistenza nell’amore a Dio e ai fratelli, alla mia famiglia, che mia ha sempre apprezzato, sostenuto e incoraggiato. Irrefrenabile la mia passione per la letteratura e il dialetto, che, cresciuta negli anni, mi ha ispirato la redazione di diversi volumi. Tra i tanti, “Lì beni di la vita”, ispirato alla nostra Terra, la Sicilia, e due dedicati rispettivamente uno a San Sebastiano e uno a Santa Venera».

La presentazione del nuovo volume, in perfetta sintonia con il periodo quaresimale che la chiesa celebra, sabato prossimo, sarà preceduta dalla celebrazione eucaristica delle ore 18,00, presieduta da don Carmelo Di Costa. Moderatore della serata sarà Roberto Patané, presidente della Pro Loco di Mascali, lettori: Franco Cannata, attore e regista, e Claudia Marchese, scrittrice.

Rosalba Azzarelli

Potrebbero interessarti anche