Russo Calcio, rialzarsi e… ricominciare! -
Catania
28°

Russo Calcio, rialzarsi e… ricominciare!

Russo Calcio, rialzarsi e… ricominciare!

I Categoria girone E: Russo Calcio – Acibonaccorsi 0-1

Marcatore: 17’st Piuma.

RUSSO CALCIO: Cisterna, Vecchio, Trignano (18’st Caponnetto), Cartellone (10’st Di Dio), Pappalardo S., Napoli (37’st Falco), Bonomo (31’st Caltabiano), Bonaccorsi, Catania, Dumitrascu, Sciuto. All. Sapienza.

ACIBONACCORSI: Nocella, Blatti, Campisi, Musumeci, Capriglione, Sciacca, Donzuso (34’st Castello), De Carlo (23’st Pagano), Grasso, Piuma, Ventura (44’st Scarano). All. Cosentino.

Arbitro: Campisi (Siracusa).

 

TORRE ARCHIRAFI. Due gare senza alcun punto, nonostante buone prestazioni e, nel caso dello scorso turno a Mascalucia, addirittura, dopo essere passati meritatamente in vantaggio. È davvero un fardello psicologico di non poco conto quello che i ragazzi della Russo Calcio hanno ricevuto in dotazione dall’inizio di febbraio, con la fortuna che sembra aver deciso di voltare le spalle alla formazione allenata da mister Sapienza. A beneficiare di questo rallentamento è stato, nell’ultimo turno, l’Acibonaccorsi che, grazie alla vittoria al “Luigi Averna”, si è nuovamente fatto sotto verso la zona play-off. Per la Russo Calcio, ancora in piena lotta play-off, si è trattato di un passo falso che ha consentito al Belpasso di sorpassarla al terzo posto, ma la sensazione diffusa è che i ragazzi di mister Sapienza abbiano le energie e la volontà di rialzarsi immediatamente, dimostrando sul campo che un inciampo imprevisto non va trasformato in una caduta rovinosa.

La gara inizia in tono lento, con le due formazioni impegnate a studiarsi, e la prima occasione degna di nota arriva al 6’, con Dumitrascu bravo ad impegnare Nocella con una conclusione dal limite. Gli ospiti reggono bene il confronto a centrocampo e, dopo un ulteriore quarto d’ora, la Russo prova nuovamente a cercare la via della rete con Napoli, su calcio di punizione dal limite al 17’, ma la traiettoria disegnata dal centrocampista locale finisce di poco a lato. Lunghe fasi di studio, azioni poco incisive, lotta soprattutto a centrocampo si sgranano lente, portando le due formazioni intorno alla mezz’ora quando gli ospiti, tra il 26’ ed il 34’, si rendono pericolosi con Ventura (tiro di poco a lato) e Piuma (parata di Cisterna), a dimostrazione che la volontà di fare propria l’intera posta in palio è ben radicata nei ragazzi di mister Cosentino. La Russo si scuote e manda alla conclusione prima Cartellone al 35’ ( tiro a giro parato dal portiere ospite) e poi Napoli al 36’ (tiro di poco a lato al termine di una bella combinazione di prima tra Dumitrascu e Sciuto). Gli ospiti soffrono le azioni in velocità ma, allo stesso tempo, riescono a controbattere alle offensive locali, mandando alla conclusione Campisi al 38’, con tiro che finisce di poco a lato. Prima dell’intervallo c’è spazio anche per il tentativo di Pappalardo dal limite ma senza la fortuna necessaria.

L’inizio del secondo tempo, con le conclusioni di Napoli (3’, parata del portiere) e Pappalardo (7’ tiro bloccato da Nocella) non sembra mostrare alcun segnale verso la svolta imprevsita che sta per prendere la gara. Dopo una serie di calci d’angolo conquistati in pochi minuti, l’Acibonaccorsi pesca il jolly al 17’: punizione dal limite di Piuma e palla che si insacca alle spalle dell’incolpevole Cisterna, spiazzato dall’imprevista parabola della sfera. Gara che si mette in salita per la Russo, soprattutto perché gli acesi, forti del vantaggio soprattutto psicologico, riescono a chiudere i varchi difensivi e provano ad approfittare degli spazi lasciati scoperti dalla Russo, impegnata nel proporsi in avanti con rinnovata intensità. I locali provano a sfondare con Sciuto (20’) e Dumitrascu (21’), con l’Acibonaccorsi abile a ribattere con Di Dio (20’) e Piuma (22’) prima del clamoroso palo colpito da Donzuso al 26’. La Russo spende le ultime energie con il tentativo di Falco al 38’, ma Nocella non si fa sorprendere e blocca la conclusione, mentre Sciacca (40’) e Piuma (44’), con le due ultime conclusioni della gara, legittimano il colpaccio esterno degli acesi che, nel rendere più incerta la volata finale per i play-off, portano la Russo Calcio a doversi rialzare subito per riprendere un cammino che, fin qui, è stato davvero importante.

Corrado Petralia

Potrebbero interessarti anche