Catania, i poeti del “Carrera” al Castello Leucatia -
Catania

Catania, i poeti del “Carrera” al Castello Leucatia

Catania, i poeti del “Carrera” al Castello Leucatia

Si terrà domani, presso il pregevole edificio del capoluogo etneo, la cerimonia di premiazione del concorso letterario indetto dall’Accademia Internazionale “Il Convivio” di Castiglione di Sicilia. A trionfare è stato l’autore emiliano Vanes Ferlini con la sua silloge “La curva di Gauss”

Domani, martedì 26 maggio con inizio alle ore 16.00, sarà la sala conferenze del Castello Leucatia di Catania, sede della Biblioteca del Centro Culturale “R. Livatino”, ad ospitare la presentazione e premiazione del libro di poesie “La curva di Gauss” di Vanes Ferlini, autore di Imola che ha vinto il primo premio, su 163 sillogi partecipanti, al concorso letterario “Pietro Carrera”, organizzato dall’Accademia Internazionale “Il Convivio” con sede a Verzella di Castiglione di Sicilia e guidata dal presidente Angelo Manitta.

Il secondo premio è andato ex aequo a Gaetano Piazza Roxas (Catania) con l’opera “Itinerario” e ad Isabella Horn (Firenze) con “Impermanenze’; il terzo a Bruno Piccinini (Varano Marchesi – PR) con “Versi dalla riva”; il quarto a Rodolfo Vettorello (Milano) con “Tu la farfalla variopinta, ed io”; il quinto, infine, ex aequo a Rita Muscardin (Savona) con “Dove batte forte il cuore” e ad Alberto Guarneri Cirami (Caltagirone – CT) con “Versi per Dulcinea”.

La giuria del “Carrera 2015”, presieduta da Giuseppe Manitta, oltre che da quest’ultimo era composta anche da Maristella Dilettoso, Carmen Moscariello e Pietro Russo.

La conferenza-cerimonia catanese di domani (alla quale saranno presenti pure i finalisti Giusi Baglieri, Michele Barbera, Rosamaria Di Salvatore, Angelo Maria Consoli, Santo Consoli, Nancy Avellina, Giuseppe Bellanca, Ruben Bellantoni ed Agata Bonanno) si aprirà con la presentazione dell’opera vincitrice “La curva di Gauss” alla presenza del suo autore, il quale ha all’attivo numerosi premi letterari ed i volumi di poesia “Ritratti” (Edizioni ETS, Pisa 2008), “Schegge di silenzio” (Edizioni Carta e Penna, Torino 2010), “Duetto” (Ibiskos – Ulivieri, Empoli, 2010), “Epifania negra” (Ediz. Simple, Macerata, 2013), la raccolta di novelle per ragazzi “D’oltre-sogno” (Edizioni Montedit, Melegnano, 2006) ed altre pubblicazioni di narrativa all’interno del “Giallo Mondadori” (2009).

Come spiega Guglielmo Manitta, responsabile per la comunicazione del Premio “Pietro Carrera”, «la silloge poetica “La curva di Gauss” fa riferimento alla discussione del celebre matematico tedesco sulle possibilità offerte dallo sviluppo di una curva, che nel soggetto di Ferlini si trasferisce sul piano dell’Io e, quindi, delle possibilità dell’esistenza umana. La curva, in pratica, si materializza nella vita stessa, in un itinerario che parte dall’anno zero e che si conclude con un anno ultimo, imponderabile nella sua determinazione, ma poeticamente coglibile».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: il Castello Leucatia di Catania e, nel riquadro, Vanes Ferlini

Potrebbero interessarti anche