Francavilla di Sicilia: “Aggiungi un posto a tavola” alla mensa sociale del Centro Lilliput -
Catania

Francavilla di Sicilia: “Aggiungi un posto a tavola” alla mensa sociale del Centro Lilliput

Francavilla di Sicilia: “Aggiungi un posto a tavola” alla mensa sociale del Centro Lilliput

L’associazione di volontariato “Penelope” ha lanciato una campagna per raccogliere fondi, materiali e manodopera da destinare alla riattivazione della struttura di Via Liguria in favore dei soggetti indigenti e disagiati, che ha dovuto sospendere le attività in quanto nei mesi scorsi è stata seriamente danneggiata da un incendio doloso

In una notte dello scorso febbraio, un incendio di natura dolosa ha seriamente danneggiato i locali del Centro “Lilliput”, gestito a Francavilla di Sicilia, in Via Liguria, dall’associazione taorminese di solidarietà sociale “Penelope”. Ciò ha comportato la sospensione dei vari servizi (sportello lavoro, supporto agli immigrati ed alle donne vittime di violenze, microcredito familiare, fornitura di vestiti, ecc.) che il sodalizio di volontariato, guidato dal presidente Giuseppe Bucalo, fornisce gratuitamente, ormai da diversi anni, alle persone in situazione di grave svantaggio sociale.

Ad andarci di mezzo è stato anche il servizio di mensa, di cui beneficiavano circa venti soggetti in stato di povertà residenti nella cittadina dell’Alcantara, cui venivano garantiti quotidianamente i pasti principali (pranzo e cena), grazie anche al sostegno dell’Amministrazione Comunale francavillese.

Da qui la campagna di raccolta fondi, denominata “Aggiungi un posto a tavola”, che l’associazione “Penelope”, ispirandosi alla celebre commedia musicale della “premiata ditta” Garinei e Giovannini, ha lanciato nei giorni scorsi appellandosi alla generosità delle aziende profit e non profit della Valle dell’Alcantara, cui è stato chiesto di fornire le risorse necessarie a far tornare agibili i locali del Centro Lilliput onde poterne riattivare tutti i servizi (compresa la mensa sociale).

Gli aiuti possono consistere nella donazione di una somma di denaro, pari ad almeno cinquanta euro, oppure nella fornitura gratuita, da parte delle aziende e degli operatori del settore, di materiali (edilizi, elettrici, ecc.) e/o di manodopera specializzata (muratori, imbianchini, elettricisti, falegnami, ecc.) da impiegare nei lavori di cui necessita la struttura di Via Liguria.

In cambio, l’associazione Penelope s’impegna a valorizzare le aziende donatrici pubblicando i rispettivi loghi sui manifesti, sui volantini e su ogni altro mezzo promozionale a supporto dell’iniziativa.

Ai sensi della normativa fiscale vigente, le donazioni di denaro possono essere detratte dalle imposte che l’azienda è tenuta a corrispondere allo Stato (per beneficiare di tale opportunità la donazione deve avvenire attraverso bonifico sul conto corrente intestato a: Associazione Penelope – Coordinamento Solidarietà Sociale – IBAN: IT48Q0871382590000000011336 – Banca di Credito Cooperativo di Pachino – Agenzia di Trappitello). L’associazione rilascerà, comunque, apposita ricevuta fiscale per ogni donazione ricevuta.

Per ulteriori informazioni ed eventuali chiarimenti al riguardo, è possibile telefonare allo 0942-630069.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: Il presidente dell’associazione “Penelope” Giuseppe Bucalo (primo da sinistra) ed il sindaco di Francavilla Lino Monea con alcuni assessori e consiglieri comunali e rappresentanti delle forze dell’ordine all’inaugurazione, un anno e mezzo fa, della mensa sociale del Centro “Lilliput”

Potrebbero interessarti anche