Giardini Naxos: “Agorà 2015” apre le danze -
Catania
13°

Giardini Naxos: “Agorà 2015” apre le danze

Giardini Naxos: “Agorà 2015” apre le danze

E’ la prima lista civica ad uscire allo scoperto per le elezioni amministrative di maggio. Ieri ha esordito ufficialmente con un “happening” in Piazza San Pancrazio, nel corso del quale sono stati presentati ai cittadini il programma ed il logo del nuovo soggetto politico, che sin dalla denominazione aspira a rivalutare i valori democratici, e non solo estetici, della grecità

Da ieri, le imminenti elezioni amministrative di Giardini Naxos, in programma tra quattro mesi, possono già contare su una prima lista civica denominata “Agorà 2015”, i cui promotori ufficiali (almeno da quanto si evince dai nomi stampati in calce al relativo manifesto politico) sono alcuni intellettuali ed operatori culturali nonché personalità già in passato impegnate nella pubblica amministrazione locale, ossia Giuseppe Carmeni, Giovanni Bucolo, Giuseppe Cacciola, Angela Battello e Lilly Labonia.

Così, in coerenza con la denominazione data alla loro lista (la “piazza” nell’idioma degli antichi greci), nella giornata domenicale di ieri gli esponenti di “Agorà 2015” sono scesi tra la gente nella frequentatissima Piazza San Pancrazio, dove si sono presentati alla cittadinanza in maniera estremamente colloquiale.

«In un piacevolissimo clima informale ed all’insegna della massima serenità – dichiara il giovane regista e videomaker Giovanni Bucolo, che di “Agorà” è uno dei principali promotori – abbiamo dialogato e ci siamo confrontati con i nostri concittadini, approfondendo alcuni punti essenziali del nostro programma, che propone nuove idee e, soprattutto, il modo concreto di come realizzarle. Abbiamo parlato di incremento dell’occupazione, di diminuzione della pressione fiscale, di rilancio turistico ed economico. Ma anche di partecipazione e legalità, creatività ed efficacia, “projecteaser” (ossia metodi innovativi per l’allestimento di eventi artistico-culturali, che abbiamo personalmente testato con sorprendenti risultati appena qualche mese fa) ed “upgrade” (ossia aggiornamento e rilancio) delle antiche tradizioni. Tanti giovani e meno giovani concittadini, registrando dei “clippini” col telefonino (visionabili sulla nostra pagina Facebook), ci hanno anche simpaticamente fatto da “testimonial” prendendo a prestito lo slogan-hashtag della giornata, ossia #liberidisognareunpaesemigliore, pensato dal nostro sostenitore Alfredo Elia Mandri. La magnifica, gioiosa ed emozionante mattinata in Piazza San Pancrazio ha trasmesso a tutto il nostro team ancor più entusiasmo e passione per proseguire in questa esaltante avventura con la quale ci prefiggiamo di risollevare le sorti della nostra Città».

Come accennavamo all’inizio, “Agorà 2015” è, di fatto, la prima concreta “realtà” della tornata elettorale amministrativa giardinese ormai alle porte; per il resto si continua ad assistere a tentativi di alleanze e larghe intese tra esponenti di varie forze politiche, a dichiarazioni di disponibilità a scendere in campo di questo o quel personaggio ed alla nascita di movimenti ed associazioni che preannunciano di voler essere della partita. Ieri invece, in Piazza San Pancrazio, il nuovo soggetto politico ha dimostrato di avere le idee molto chiare, presentandosi con tanto di brochures, recanti il programma politico-amministrativo della lista, e di logo ufficiale, anch’esso graficamente e stilisticamente ispirato a quella grecità tanto invocata da Bucolo e dagli altri “agoristi” per far riappropriare Giardini Naxos delle sue origini elleniche, da mettere a frutto anche ai fini dell’“appeal” turistico che la prima colonia greca di Sicilia merita.

Ma per “Agorà 2015”, la grecità non deve essere solo arte, cultura e turismo, ma anche e soprattutto una “fonte d’ispirazione” ed un modello da imitare per chi si candida ad amministrare Giardini Naxos: lo si evince dal manifesto politico della lista civica in questione, dove si legge, tra l’altro, che “ispirarsi al nostro glorioso passato significa anche rivalutare quei principi di democrazia e libertà che tanto stavano a cuore ai nostri progenitori greci. Desideriamo, dunque, far tornare la politica in piazza, in quanto luogo concettualmente privo di barriere e filtri, in cui poter dialogare, confrontarsi e partecipare: proprio dal contatto diretto con la gente deve ricominciare il futuro della nostra Città”.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: alcuni promotori, sostenitori e simpatizzanti della lista civica “Agorà 2015” durante l’incontro pubblico di ieri in Piazza S. Pancrazio

Potrebbero interessarti anche