Giardini Naxos: un anno con la “G.G.N.A.M.” -
Catania
10°

Giardini Naxos: un anno con la “G.G.N.A.M.”

Giardini Naxos: un anno con la “G.G.N.A.M.”

Nasceva dodici mesi fa la Galleria d’Arte Moderna della cittadina turistica, nelle cui sale di Via S. Venera sono esposti capolavori originali dell’Astrattismo, della Pop Art e del Futurismo, molti dei quali donati dai loro stessi autori. Intanto dopodomani, in occasione della “Giornata della Memoria”, l’associazione promotrice “Bruno Caruso” coinvolgerà gli alunni del locale istituto scolastico in un mostra-concorso sull’atrocità delle guerre

Circa un anno fa, quando il “Gazzettino Online” veniva alla luce, uno dei nostri primi servizi giornalistici lo dedicammo ad una lodevole iniziativa artistico-culturale inaugurata proprio in quel periodo nella prima colonia greca di Sicilia: si trattava della “Galleria di Giardini Naxos d’Arte Moderna” (“G.G.N.A.M.” in forma abbreviata) di Via S. Venera n. 15, allestita dalla locale associazione intitolata al poliedrico pittore ed intellettuale palermitano Bruno Caruso.

In questi giorni, dunque, anche la GGNAM, così come il nostro giornale telematico, taglia il traguardo del primo anno di vita. E Francesco Santisi, presidente dell’associazione promotrice “Bruno Caruso”, traccia un bilancio estremamente positivo di tale esperienza.

«Nei circa centocinquanta metri quadri dei tre ambienti a piano terra su cui si estende la nostra Galleria – dichiara Santisi (nella foto con accanto una delle sale della GGNAM)abbiamo l’onore di ospitare capolavori originali di autentici “giganti” dell’Astrattismo, della Pop Art, del Futurismo e di altri generi ancora di arte moderna e contemporanea, come Ajmone, Barrucchello, Botero, Bressai’, Bueno, D’Anna, Della Torre, De Pisis, Echaurren, Gilardi, Isgrò, Marasco, Marchegiani, Matta, Pace, Reggiani, Simeti, Sironi, Soldati, Sollewitt, Veronesi, ecc. Ci preme, in particolare, ringraziare tutti quegli artisti che in questo primo anno di attività ci hanno donato le loro opere, in alcuni casi veramente storiche per importanza e datazione. Grazie alla loro generosità, derivante dalla stima che nutrono nei confronti della nostra associazione, oggi la GGNAM costituisce un “unicum” in tutto il comprensorio taorminese, ed anche oltre. Tutti questi noti ed affermati artisti (Alberto Biasi, Pablo Echaurren, Piero Gilardi, Edoardo Landi, Paolo Laudisa, Claudio Massimi, Marcello Morandini, Achille Pace, Pino Pinelli e Claudio Verna), alcuni dei quali originari della Sicilia e divenuti maestri di rango internazionale, sono quasi tutti nati negli anni Trenta e qualcuno addirittura ancora prima, come Achille Pace al quale va un ringraziamento particolare in quanto ci ha fatto omaggio di ben nove opere. Adesso stiamo lavorando ad un protocollo d’intesa da stipulare con il Comune di Giardini Naxos affinché questa nostra galleria possa acquisire sempre più risonanza e prestigio».

Intanto dopodomani, martedì 27 gennaio, in occasione della “Giornata della Memoria”, la GGNAM aprirà i suoi eleganti ed accoglienti spazi espositivi agli alunni delle scuole elementari e medie di Giardini Naxos. «Per la ricorrenza della tragedia della Shoah – spiega al riguardo il presidente Santisi – abbiamo pensato di organizzare la mostra-concorso “L’arte per ricordare”, nell’ambito della quale i nostri giovanissimi concittadini sono chiamati a realizzare dei disegni aventi per tema le atrocità e le ingiustizie di tutte le guerre. Il dirigente scolastico ha sposato convintamente questa nostra iniziativa, che coivolge anche un’apposita commissione di qualificati esperti aventi il compito di vagliare gli elaborati degli alunni e selezionare i migliori, che poi verranno premiati ed esposti alla GGNAM».

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche