Aci Sant’Antonio, simula una rapina per intascare l’incasso di giornata -
Catania
19°

Aci Sant’Antonio, simula una rapina per intascare l’incasso di giornata

Aci Sant’Antonio, simula una rapina per intascare l’incasso di giornata

Alle 16:00 della vigilia di Natale, l’autista, un 47enne, di Catania, si era presentato dai carabinieri denunciando di aver subito una rapina, alle precedenti 13:45, in via Nocilla ad Aci Sant’Antonio, da parte di due persone che, a bordo di un motociclo, travisate ed armate di pistola, lo avevano costretto a consegnargli 759,40 euro in contanti, corrispondenti all’incasso giornaliero. La presunta vittima, dopo aver spiegato di lavorare per conto terzi, aggiungeva altresì che i rapinatori, per costringerlo a consegnare i soldi, lo avevano colpito al volto con il calcio della pistola. Il denunciante, stranamente, non presentava alcuna traccia del colpo ricevuto sul volto e, dopo aver patito la rapina, non aveva avvertito alcuna forza di polizia, non si era fatto curare in nessun presidio medico e solo dopo appena 2 ore e 15 aveva finalmente deciso di rivolgersi ai carabinieri. Tali circostanze  hanno indotto gli inquirenti, ieri pomeriggio, a risentirlo a sommarie informazioni confermando quei punti oscuri combacianti con le perplessità percepite in sede di denuncia. A quel punto, i carabinieri della locale Stazione, non hanno potuto far altro che interrompere l’atto invitandolo a nominare un legale di fiducia ed eleggere domicilio poiché stavano procedendo a denunciarlo per simulazione di reato.


 

Potrebbero interessarti anche