Il “tesoro” delle antiche chiese di Randazzo svelato in un libro -
Catania
18°

Il “tesoro” delle antiche chiese di Randazzo svelato in un libro

Il “tesoro” delle antiche chiese di Randazzo svelato in un libro

Lo studio condotto da Antonio Agostini, per la prima volta, offre all’attenzione degli specialisti, ma anche di un vasto pubblico, il catalogo completo delle collezioni della suppellettile ecclesiastica, nelle sue splendide forme metalliche di oro e di argento, appartenenti alle chiese parrocchiali e filiali.

Dopo un lungo periodo di penuria di opere scientifiche sul patrimonio culturale della città di Randazzo – se si esclude l’edizione in lingua italiana con apparati critici del volume di Walther Leopold sull’architettura medievale (2006) – la bibliografia artistica si arricchisce di un nuovo contributo di fondamentale importanza per la conoscenza delle arti figurative locali. Si tratta del volume “Sei secoli di oreficerie. Artisti e committenze internazionali ed isolane nell’etnea Randazzo” di Antonio Agostini, edito nel maggio 2014 dal Gruppo editoriale Bonanno.

Il libro sarà presentato per la prima volta al pubblico venerdì prossimo, 7 novembre, alle ore 18, presso la sala conferenze del “Museo Basilica San Sebastiano” nell’omonima Collegiata di Acireale. Modererà la presentazione don Carmelo Sciuto, direttore Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici. Interverranno Mons. Guglielmo Giombanco, vicario generale della Diocesi di Acireale, il prof. Biagio Saitta, già ordinario di Storia medievale presso l’Università di Catania, la prof.ssa Lucia Arcifa, docente di Archeologia medievale presso l’Università di Catania, la prof.ssa Claudia Guastella, professore associato di Storia dell’arte medievale e presidente del corso di laurea in Storia dell’arte presso l’Università di Catania e la dott.ssa Pina Labanca, del Gruppo Editoriale Bonanno.

Gaetano Scarpignato

Potrebbero interessarti anche