Taormina: arte e cultura a Villa Hauser con l’“Accademia Euromediterranea” -
Catania
25°

Taormina: arte e cultura a Villa Hauser con l’“Accademia Euromediterranea”

Taormina: arte e cultura a Villa Hauser con l’“Accademia Euromediterranea”

L’istituzione, presieduta dalla giornalista Maria Teresa Prestigiacomo, ha allestito una prestigiosa kermesse nella residenza siciliana del medico dietologo americano, frequentata “in incognito” da personalità del calibro di Greta Garbo, Marlene Dietrich, Truman Capote e Tennessee Williams

Non tutti sanno che un lembo di territorio tra Taormina e Letojanni fu per un trentennio (dal 1950 al 1979) il “rifugio segreto” di Greta Garbo, ospite della villa del medico delle dive Gayelord Hauser, noto dietologo americano, sostenitore della talassoterapia e della dieta mediterranea; e che Peppe Caltabiano, compianto cuoco ed autista di quest’ultimo (successivamente titolare del rinomato ristorante-pizzeria “Il Corsaro” di contrada Silemi), portò spesso sulla sua auto la prima citata “diva” (ormai irriconoscibile, così come, del resto, lei desiderava essendosi voluta allontanare dalla vita mondana) in giro per i vari paesini delle Valli dell’Alcantara e dell’Agrò.

Nelle appena trascorse serate di inizio settembre, “Villa Hauser” (che oltre alla Garbo ebbe come ospiti pure Marlene Dietrich ed i celebri scrittori Truman Capote e Tennessee Williams) ha aperto eccezionalmente i suoi cancelli alla “Accademia Euromediterranea delle Arti”, presieduta dalla giornalista e critico d’arte messinese Maria Teresa Prestigiacomo.

Quest’ultima, al cospetto dell’incantevole scenario della Baia di Taormina, è così riuscita a ricreare un brillante “salotto sotto le stelle”, animato da illustri ospiti, tra i quali il soprano Muriel Giannini ed i giornalisti Salvo Falcone e Lucio Di Mauro, tutti e tre insigniti nell’occasione del Premio “Accademia Euromediterranea 2014”.

Ma alla raffinata kermesse, organizzata dalla Prestigiacomo e presentata da Sije Kànovas, sono intervenuti pure gli attori Turi Giuffrida, Chicco Coci e Carmen Longo, la pittrice e scultrice Sarah Angelico, l’esperto enologo Franco Camardi, la presidente dell’“Associazione Familiari Vittime della Strada” Giuseppa Cassaniti Mastrojeni, l’imprenditore e politico taorminese Vittorio Sabato e le operatrici culturali Maria Celeste, Anna Maria e Cesira Celi.

All’annessa mostra d’arte internazionale sono state esposte le opere di Vanecha Roudbaraki, Jean Claude Fournier, Hanna Scheriau, Giovanna Abbate, Eleonora Cipolla, Aurora Coppolino, Salvo Currò, Guido da Villa, Maria Giacobbe, Maria Malara, Luigi Messina, Venera Palermo, Paolo Palumbo, Francesca Renda, Federica Siracusano, Carmelo Vella ed Elisabetta Zanghì.

Ed essendo “Villa Hauser” un luogo un tempo frequentato da attrici del calibro della Garbo e della Dietrich, i giovani stilisti Andrea Distefano, Cristina Nicotra e Lucia Caccamo hanno rivisitato in chiave contemporanea lo stile di queste “divine” di Hollywood.

Infine, un suggestivo “reading poetico” è stato curato da Francesca Privitera e Patrizia Causarano.

L’esclusivo evento dell’“Accademia Euromediterranea delle Arti” si è svolto sotto l’egida del Club Unesco “Taormina e Valli d’Alcantara e d’Agrò”, presieduto dal conte Tindaro Toscano.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO (di Umberto Costa): da sinistra Tindaro Toscano, Salvo Falcone, Maria Teresa Prestigiacomo e Sije Kànovas

Potrebbero interessarti anche