A Giarre i sapori tipici dell’“Antica Sicilia” -
Catania
32°

A Giarre i sapori tipici dell’“Antica Sicilia”

A Giarre i sapori tipici dell’“Antica Sicilia”

La nota azienda agroalimentare di San Giovanni La Punta ha trasferito il proprio quartier generale nella zona industriale della cittadina jonico etnea, dove ha trovato spazi idonei per poter esercitare al meglio la propria attività produttiva, particolarmente apprezzata all’estero

antica1La zona artigianale di Giarre accoglie da qualche giorno una virtuosa realtà imprenditoriale etnea, i cui prelibati prodotti alimentari (salse, condimenti, confetture, marmellate, ecc.) sono da tempo parecchio conosciuti ed apprezzati anche nei mercati esteri: “Antica Sicilia” di Patrizia Strano ha, infatti, trasferito i propri stabilimenti dal Comune di San Giovanni La Punta alla cittadina jonica dove, in via Isidoro Bracchi, può disporre di ambienti notevolmente più spaziosi rispetto all’originaria sede puntese.

Il taglio del nastro della nuova azienda ha avuto luogo venerdì scorso alla presenza delle massime autorità civili e religiose locali (con in testa il sindaco Roberto Bonaccorsi e l’on. Nicola D’Agostino) e di un folto pubblico.

«Nata nel 2004 sulla scorta di una pregressa esperienza a livello commerciale – ci ha dichiarato la titolare Patrizia Strano – la nostra impresa punta essenzialmente sulla gastronomia siciliana, della quale conserviamo in vasetto i profumi ed i sapori più tipici ed antichi. Oggi, tra antipasti, condimenti per pasta, salse, paté, spezie, marmellate, confetture, oli e sali aromatizzati, “Antica Sicilia” vanta un centinaio di tipi di produzioni».

Ad affiancare la signora Strano nella conduzione dell’attività aziendale sono il marito Carmelo Cantona ed i giovani figli Adriano, Giuliano e Marco.

antica2Nella nuova sede di “Antica Sicilia” a Giarre, al piano terra sono allocati gli altamente tecnologici impianti di produzione, mentre al piano superiore gli uffici amministrativi, arredati con molto gusto ed impreziositi alle pareti dalle opere pittoriche dei noti artisti figurativi Roberto Belmonte, Noemi Platania e Viko Ku.

Ma lo spiccato gusto estetico della famiglia Cantona-Strano si riscontra anche nei prodotti della loro azienda, confezionati in maniera estremamente elegante e con etichette all’insegna di accattivanti grafiche che richiamano i colori ed i simboli della nostra Sicilia.

Tra le tante personalità intervenute alla cerimonia inaugurale, conclusasi con una ricchissima e succulenta cena-buffet, c’era pure il Cav. Diego Bonaccorso, “storico” presidente dell’“Unione Liberi Artigiani” (U.L.A. – C.L.A.A.I.) di Giarre insieme suo al vice presidente Salvatore Toscano, il quale ha espresso vivo compiacimento per l’arrivo nel proprio territorio di un nuovo operatore economico.

«In un periodo in cui sempre più imprese gettano la spugna – ha dichiarato Bonaccorso – è veramente esaltante vederne qualcuna che continua a guardare avanti con ottimismo, ricercando sempre migliori condizioni di operatività, trovate nella fattispecie nella nostra Giarre. L’arrivo di “Antica Sicilia”, dunque, ci riempie di gioia e ci inorgoglisce ed a loro vanno i nostri migliori auguri. Siamo certi che, con la loro azienda, i coniugi Cantona-Strano daranno un significativo impulso all’economia di questo territorio, anche in termini di nuove possibilità occupazionali.».

Rodolfo Amodeo             

 

FOTO: Patrizia Strano, titolare di “Antica Sicilia”, con il marito Carmelo Cantona ed i figli

Potrebbero interessarti anche