Fiumefreddo, Nucifora: vaccinazioni impossibili -
Catania
10°

Fiumefreddo, Nucifora: vaccinazioni impossibili

Fiumefreddo, Nucifora: vaccinazioni impossibili

“Da due anni e mezzo i cittadini di Fiumefreddo che devono vaccinarsi sono costretti a spostarsi nei centri vicini, per colpa della burocrazia e della lentezza dell’Azienda sanitaria provinciale”. La denuncia arriva dal consigliere Giuseppe Nucifora, vicepresidente del Consiglio comunale di Fiumefreddo di Sicilia.
Nel dicembre 2012 l’Asp comunica al Comune di Fiumefreddo di non poter più utilizzare i locali usati fino a quel momento: in cinque mesi il Comune individua in una struttura di via Quasimodo il luogo idoneo ove spostare l’ambulatorio, redige il progetto di adeguamento secondo le normative ed esegue i lavori, che si concludono nel maggio 2012. ” Da allora – accusa in una nota il consigliere Nucifora – per colpa della burocrazia dell’Asp c’è voluto quasi un anno e mezzo per arrivare alla stipula della convenzione tra i due enti, avvenuta solo lo scorso 24 gennaio scorso. E nonostante da febbraio l’Azienda sanitaria sia in possesso della struttura, ad oggi della riattivazione del servizio di vaccinazione non vi è nemmeno l’ombra.”
” I cittadini sono stanchi di aspettare – conclude Giuseppe Nucifora – ed è giusto che si sappia di chi sono le responsabilità.” E proprio “per accertare eventuali responsabilità in questa assurda e vergognosa vicenda” i deputati regionali Nello Musumeci e Gino Ioppolo (Lista Musumeci) hanno preannunciato la presentazione di una interpellanza, con la quale chiedono all’assessore Borsellino di disporre con urgenza una indagine interna. Se sono questi i risultati della rivoluzione di Crocetta – scrivono fra l’altro i due deputati dell’opposizione- siamo messi davvero male.”

Potrebbero interessarti anche