Giarre, è l’ora di passare a 25 Euro! -
Catania
13°

Giarre, è l’ora di passare a 25 Euro!

Giarre, è l’ora di passare a 25 Euro!

Trepida attesa per l’applicazione del regolamento comunale che riduce la multa per la mancata esposizione e l’azzera in caso di mancato rinnovo del tagliando per la sosta nelle strisce blu

Continua l’attesa da parte della cittadinanza e dei commercianti per l’applicazione del regolamento comunale approvato dal Consiglio comunale lo scorso 18 marzo e pubblicato sull’albo pretorio il 26 dello stesso mese. Affinché il regolamento possa diventare attuativo è necessario che trascorrano 10 giorni dalla data di pubblicazione sull’albo (oggi, 4 aprile, scade il termine) e che l’ente comunale, trascorsa tale data, faccia l’opportuna comunicazione alla Giarre Parcheggi; è inoltre necessario che la società concessionaria dei parcheggi si adegui a quanto determinato dall’Amministrazione comunale e dalle numerose sentenze maturate a seguito ricorsi degli utenti, nonché a quanto stabilito, qualche giorno fa, durante il vertice tra i ministri dell’Interno, Angelino Alfano, e dei Trasporti, Maurizio Lupi, con il sindaco di Torino, Piero Fassino, in qualità di presidente dell’Anci (Associazione dei Comuni Italiani) e cioè che “la regolamentazione della sosta è competenza dei Comuni che ne definiscono le modalità con un proprio atto”.

Proprio quest’ultima nota è stata diramata dal ministero dei Trasporti e definisce in modo inequivocabile la vicenda: i Comuni potranno disporre quanto vorranno in merito all’elevazione delle multe per la sosta negli stalli a pagamento e, in tal senso, il Comune di Giarre può definirsi all’avanguardia in quanto, come abbiamo già detto, il regolamento Giarre lo ha da qualche settimana. Nel momento in cui il regolamento entrerà in vigore, quindi, verrà eliminata la multa per il mancato rinnovo del tagliando mentre verrà ridotto a 25 euro l’ammontare della multa per mancata esposizione del tagliando di sosta. Permarrà il pagamento di € 7,70 a titolo di tariffa evasa, il cui importo rimane un’anomalia Giarrese poiché, per la legge, la Giarre Parcheggi potrebbe solo richiedere il pagamento del periodo di sosta eccedente (e non la tariffa per l’intera giornata). Ma perché la società concessionaria per le strisce blu a Giarre potrebbe non avere interesse ad adeguarsi a quanto dispone il regolamento comunale? Probabilmente, perché il contratto firmato tra le parti prevede che, per ogni multa elevata ben 6,00 euro (oltre la tariffa evasa di cui sopra, pari a 7,70 euro) andrebbero alla Giarre Parcheggi. Potrebbe mai non adeguarsi a norme vigenti? Crediamo proprio di no.

La situazione è seguita con particolare attenzione dall’associazione dei Commercianti “Confcommercio Giarre” presieduta da Armando Cutuli che, nei giorni scorsi, per mezzo del suo vice presidente, Armando Castorina, ha dichiarato: “Ancora ad oggi vengono elevate multe per le strisce blu e la società dei parcheggi continua ad ignorare il regolamento comunale e la legge nazionale. Auspichiamo che – continua Castorina – Giarre Parcheggi si adegui tempestivamente alla normativa locale e nazionale, anche perché mantenere tutto com’era farà nascere tante contestazioni da parte degli utenti multati, oltre che espone personalmente gli ausiliari del traffico ai crescenti rischi e a danni fisici e morali”.

Per tale motivo l’associazione, che all’inizio del mese di marzo ha proclamato lo stato d’agitazione, “manterrà lo stato di agitazione riservandosi la possibilità di compiere delle azioni clamorose”. La Confcommercio, nei giorni scorsi, ha pure richiesto un incontro alla Giarre Parcheggi con l’obiettivo di proporre anche delle convenzioni, per agevolare la sosta ai clienti con il pagamento a carico per le attività commerciali che sarebbero disponibili a firmare la convezione; l’associazione, nonostante siano già passati più di 15 giorni attende ancora una risposta.

Sempre sull’argomento, in occasione dello scorso Consiglio comunale, è ritornato pure il consigliere Di Grazia che, in via preliminare, è intervenuto invitando se non addirittura intimando all’Amministrazione di intervenire sulla questione. «Questo perché – dichiara Gabriele Di Grazia –, al di là dell’approvazione del regolamento, deve essere il Comune a ritirare od a rendere nulli i blocchetti dei verbali in circolazione per sostituirli con altri nuovi e riportando le sanzioni corrette». In tal senso, a detta dello stesso, non occorre attendere i tempi di pubblicazione all’Albo pretorio  del nuovo regolamento visto che, ad esempio, la sanzione per ticket non esposto è da più di un anno non di importo di € 41,00 ma di € 25,00. «È necessario essere tempestivi sia per tutelare i cittadini che per tutelare l’Ente che rischia di subire un danno perché applica sanzioni che potrebbe non incassare in caso di legittime contestazioni con un ulteriore aggravio di costi».

La questione strisce blu a Giarre, tuttavia, è assai complessa e non si esaurisce con l’applicazione del regolamento ma anche con la soluzione della diatriba, sorta nel 2012, tra il Comune di Giarre e la Giarre Parcheggi. La disputa nasce per inadempimenti rispetto al contratto firmato che aveva come oggetto il completamento del parcheggio multipiano Jolanda e la gestione quarantennale degli stalli a pagamento.

Potrebbero interessarti anche