Riposto, smentita la presunta mancanza di certificato medico per il podista stroncato da infarto -
Catania
13°

Riposto, smentita la presunta mancanza di certificato medico per il podista stroncato da infarto

Riposto, smentita la presunta mancanza di certificato medico per il podista stroncato da infarto

È stata smentita in questi minuti la notizia, circolata con insistenza, della mancanza del previsto certificato medico per il podista catanese, Carmelo Neri, 67 anni, stroncato ieri mattina da un infarto, dopo essere giunto al traguardo della terza edizione della Maratonina Blu Jonio che si è svolta ieri su un circuito di circa 20 km. Il maratoneta, iscritto all’associazione Atletica Sicilia di Mascalucia, secondo quanto si è appreso, già in passato avrebbe avuto problemi di natura cardiaca ma la passione per la corsa lo aveva indotto a sfidare i pericoli, confortato dal certificato medico che gli dava il via libera alla partecipazione alla gara podistica. Dunque, sulla scorta delle novità emerse, ed in particolare sulla presenza del prescritto certificato medico, l’indagine avviata dai carabinieri della Stazione di Riposto, a meno di clamorose novità, dovrebbe accertare la impossibilità di previsione della tragedia, la mancanza di eventuali responsabilità a carico dell’associazione sportiva di Mascalucia, nella quale era iscritto il podista catanese, o di presunte errate comunicazioni agli organizzatori della maratonina.

Come detto la tragedia è avvenuta ieri quando l’atleta ormai aveva già completato la corsa; il maratoneta quando ha accusato il malore è stato subito soccorso dal personale del 118 presente con diverse stazioni mobili lungo il percorso e in piazza del Commercio a Riposto dove il podista, nell’immediatezza dei fatti, è stato assistito. Il 67enne era stato prontamente intubato; praticate dal personale medico le previste manovre di rianimazione, fino a quando – con l’aggravarsi del della situazione – non è stato deciso di trasferirlo in ambulanza al vicino ospedale di Giarre. L’uomo è però deceduto durante il tragitto e i medici del pronto soccorso del presidio di via Forlanini ne hanno constatato il decesso. Intanto, sulla tragica scomparsa del podista amatoriale catanese, interviene il commissario reggente del Coni Sicilia, Giorgio Scarso: “La tragedia di ieri, scuote il mondo sportivo siciliano; esprimo cordoglio alla famiglia e al mondo dell’atletica.“

Potrebbero interessarti anche