Il Giarre vince di slancio e ritrova la vetta!! -
Catania
30°

Il Giarre vince di slancio e ritrova la vetta!!

Il Giarre vince di slancio e ritrova la vetta!!

Al Giarre sono sufficienti 45 minuti di schiacciante supremazia per legittimare un successo che lo proietta in vetta alla classifica con due punti di vantaggio sui paternesi del Comprensorio Normanno. La vittima di turno è la compagine biancorossa dell’Aci San Filippo, allenata dall’ex tecnico gialloblù Zingherino. Il 4-4-1-1 approntato da mister Romeo, con Nicotra tra i pali e i due esterni bassi Romeo e Timpano ad irrobustire la linea difensiva composta da Patanè e Licciardello, estrinseca sin da subito la sua forza d’urto, costringendo gli ospiti a rintanarsi nella propria metà di campo. La partenza in quarta dell’undici di casa, la cui manovra è affidata alla coppia di mediani composta da Patti e Galiano, frutta infatti dopo due minuti la rete che sblocca la gara. Sottile approfitta di un rinvio di Licciardello per scattare in profondità e scoccare un tiro a parabola discendente che piega la mano di Musumeci, tuffatosi invano nel tentativo di evitare che la rete si gonfi. Il pallone infatti si insacca e i gialloblù festeggiano l’1-0.

Il copione non cambia e così il Giarre continua a premere sull’acceleratore al fine di raddoppiare. È il 16′ quando Aleo ruba palla in mezzo al campo per poi involarsi verso l’area avversaria, eludere l’uscita del portiere e depositare in rete la palla del 2-0. Non pago del raddoppio, il “team” locale, il cui centrocampo beneficia anche delle folate offensive degli esterni Villani e Nirelli, triplica a seguito di un’azione sviluppatasi sul versante sinistro. È Aleo che dalla sinistra serve un delizioso assist in orizzontale per Sottile, il quale, a tu per tu con Musumeci, sigla di piatto non solo il 3-0 ma anche la sua doppietta personale. La prima frazione di gioco fa anche registrare una clamorosa occasione da rete fallita da Villani, il quale non inquadra la porta dopo lo sfortunato diagonale di Aleo.

Si va negli spogliatoi sul 3-0, con i biancorossi storditi dalla veemenza gialloblù. Il 4-3-3 disegnato da Zingherino infatti, si sbriciola sotto i colpi del collaudatissimo tandem d’attacco composto da Aleo e Sottile. Nella ripresa il Giarre, forte del vantaggio acquisito, tira un po’ i remi in barca in vista della semifinale di coppa italia contro il Jobbing Santa Croce. L’Aci San Filippo approfitta del calo di tensione dei padroni di casa e con il centrocampista Caldarera trova il goal della bandiera. Nicotra non trattiene il tiro di Scuto e Caldarera scarica in rete il pallone del 3-1. Il goal sembra rinfrancare gli ospiti, che tentano con Giustolisi di riavvicinarsi nel punteggio. Tuttavia, il Giarre impiega solo qualche minuto per prendere nuovamente le misure all’avversari e gestire il vantaggio. Un diagonale di Romeo, corretto di tacco in rete da Sottile vien poi annullato per off-side. Successivamente, Sottile imbecca Aleo, il quale manda a vuoto l’uscita del portiere e da posizione defilata timbra la traversa.

Poi è il triplice fischio innescare l’urlo liberatorio dei gialloblù per un successo che consente loro di scavalcare il Comprensorio Normanno e di attestarsi in vetta alla classifica.  Adesso l’Eccellenza dista solo 90’minuti. In quest’ultimo round, il Giarre è infatti chiamato ad indossare i panni del corsaro in quel di Acireale contro il Real Aci per ritrovare la categoria abbandonata 3 anni fa.

Potrebbero interessarti anche