Casinò a Taormina, effimera realtà -
Catania
25°

Casinò a Taormina, effimera realtà

Casinò a Taormina, effimera realtà

Il sindaco di Taormina Eligio Giardina, dopo il si dell’Ars al disegno di legge – voto per l’apertura di due casinò in Sicilia (uno a Palermo e uno a Taormina), esprime la sua soddisfazione dichiarando: “l’approvazione del disegno di legge-voto all’Ars sul casinò ci lascia soddisfatti e gratifica la nostra città, che è la capitale siciliana del turismo e ha tutto il diritto di riavere il suo casinò. Da troppo tempo aspettavamo questo giusto riconoscimento, ora un torto storico può finalmente essere sanato”.

Ma il sindaco e la città di Taormina hanno ben poco da festeggiare, il disegno di legge, ad una prima lettura risulta infatti essere più che un organica composizione di norme e disposizioni, una sintetica e striminzita presa d’atto. Certo è indubbio che anche questo passaggio fosse necessario al fine di aprire realmente una casa da gioco a Taormina, ma i tempi sono ancora lunghi e l’iter legislativo, non privo di insidie.

Primo ostacolo sarà il passaggio al governo nazionale che dovrà legiferare, poichè la regione non ha potestà legislativa primaria in questa materia, se e quando passerà si dovrà poi con una legge regionale individuare :

– il procedimento per l’apertura delle case da gioco,autorizzate ai sensi del comma 1, sentiti i comuni di Taormina e Palermo per l’individuazione della sede delle case da gioco nel territorio comunale;

– le modalità di gestione delle case da gioco, oggetto di concessioni amministrativa ed affidata a società per azioni individuate secondo procedure di evidenza pubblica;

–  la durata delle concessioni amministrative;

– l’indicazione dei tipi di giochi autorizzati;

– i giorni di chiusura e gli orari di apertura al pubblico dei locali adibiti al gioco.

A queste norme si dovranno aggiungere altre restrizioni e limitazioni, prendendo ad esempio le altre realtà presenti sul territorio italiano. Riassumendo un iter lungo e tortuoso che solo grazie ad una decisa collaborazione tra regione e governo nazionale può vedere la luce, non certo una norma per il rilancio del turismo in Sicilia come in molti vogliono presentarla.

Leggi il testo completo del disegno di legge.

Potrebbero interessarti anche