Progettando un nuovo futuro -
Catania
10°

Progettando un nuovo futuro

Progettando un nuovo futuro

L’associazione culturale “Gruppo RinnovAci” promuove, come sua prima attività, un evento sul tema della “Rigenerazione dei grandi involucri urbani”

Sono giovani e belle, nonché ingegneri, Elisa Pagano (acese) e Rossella Ciliberti (castellese), le attuali responsabili della neo Associazione culturale “Gruppo RinnovAci”, costituita con altri giovani professionisti del settore dell’ingegneria, nata con lo scopo principale, data la crisi nell’edilizia, di studiare come riqualificare i grandi involucri urbani esistenti nel centro storico, anche ai fini occupazionali. Il Gruppo “RinnovAci”, pertanto, in collaborazione con l’Ipab “Santonoceto e Conservatori Riuniti”, il Centro Studi Urbanistici di Catania, le associazioni “Elios” e “Officina 21”, ha dato inizio alla sua prima attività, la AciRewrite, evento che avrà la durata di ben 45 giorni con conferenze, mostre di arti figurative, esposizioni ed estemporanee, con una conferenza di apertura nella sala teatro dell’ex collegio “Santonoceto” di Acireale.

Conferenza a più voci sull’ampio tema della “Rigenerazione dei grandi involucri urbani”, con il sociologo dott. Salvatore Cacciola (primo da sinistra nella foto) e presidente dell’Osservatorio Mediterraneo che ha proposto una sua riflessione su”Contrasto allo svuotamento urbano: attirare nuovo interesse verso la città storica – Dinamiche sociali”, con il dott. ing. Paolo Battiato (terzo da sinistra nella foto), libero professionista e presidente dell’Ipab “Santonoceto e Conservatori Riuniti” che ha relazionato su “I grandi involucri urbani acesi”. Con il dott. ing. Luigi Bosco su “Interventi di rigenerazione del tessuto storico: rapporti con la pianificazione e lo sviluppo del territorio”, ed infine con il dott. arch. Pier Paolo Maggiora che ha trattato “La rigenerazione urbana: sviluppo puntuale strategico per una diffusione capillare nel territorio” e, riferito sul Progetto ARGE: la Sicilia del III millennio/città metropolitana globale e piazza degli scambi del mediterraneo. Moderatore è stato il dott. ing. Aldo Scaccianoce (secondo da sinistra nella foto), libero professionista e vice presidente dell’Accademia degli Zelanti e dei Dafnici.

Il fine di questo grande e articolato percorso di AciRewrite in poche battute è stato esposto da Elisa Pagano (seconda da sinistra nella foto) all’inizio della conferenza: “La stagione delle nuove costruzioni volge al termine così come quella dei Centri commerciali; il futuro delle città, del costruito, delle relazioni è la riscoperta delle trame dei centri abitati, dei grandi involucri urbani andati in un lento ma inesorabile abbandono, che oggi, però, tornano ad essere una risorsa da riscoprire, una storia da riscrivere”.

Va ricordato che Paolo Battiato, nella sua qualità, si è dichiarato ben lieto della collaborazione con il Gruppo “RinnovAci” dato che l’Ipab annovera nel proprio patrimonio immobiliare, oltre il collegio “Santonoceto”, anche tante strutture: le ex O.P. dei Collegi Spirito Santo, Arcangelo Raffaele, Santa Venera, Buon Pastore, originariamente gestite da ordini religiosi che hanno svolto attività sociale rivolta alla formazione, all’ assistenza e alla beneficenza. Interessante, inoltre, quanto dichiarato da Rossella Ciliberti (prima da destra nella foto): “Alla fine dell’attività di approfondimento e di conoscenza verrà da noi lanciato un concorso di idee per il coinvolgimento diretto nella progettazione di rifunzionalizzazione, rinnovamento e rinascita del Santonoceto attraverso lo studio di temi legati al disegno urbano, progettazione architettonica, gestione e salvaguardia dell’ambiente costruito, identità dei luoghi”.

Camillo De Martino

Potrebbero interessarti anche