Giarre, interrotta dalla Polizia una festa caraibica in una discoteca "abusiva" della Zona artigianale -
Catania
22°

Giarre, interrotta dalla Polizia una festa caraibica in una discoteca “abusiva” della Zona artigianale

Giarre, interrotta dalla Polizia una festa caraibica in una discoteca “abusiva” della Zona artigianale

La Squadra Amministrativa della Questura di Catania ha sospeso una serata di danze caraibiche in corso di svolgimento in un capannone utilizzato come discoteca, nella Zona artigianale di Trepunti a Giarre. Gli agenti hanno fatto scattare il blitz nel cuore della notte. All’interno del locale c’erano circa un centinaio di persone che avevano pagato un lieto di ingresso di 8 euro. Mentre all’esterno c’erano decine di altri giovani in attesa di entrare.  Gli avventori ballavano al rimo di musica diffusa da un dj e gli agenti hanno rilevato tutti gli elementi caratterizzanti di una attività di discoteca, quali biglietteria, ingresso contingentati, consolle e pista da ballo.

Considerato che per questa attività non era stato rilasciato alcun certificato da parte della preposta commissione di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, attestante la solidità e la sicurezza dei locali, ai fini dell’incolumità pubblica, gli agenti hanno sospeso l’evento, peraltro pubblicizzato sui social. Hanno quindi denunciato all’Autorità giudiziaria il responsabile del locale, un 35enne catanese, per apertura abusiva di locale di pubblico spettacolo.

Inoltre sono state contestate contravvenzioni di natura amministrativa per complessivi 8.250 euro atteso che l’organizzatore è risultato sprovvisto della licenza per l’attività di discoteca, nonché privo di autorizzazioni amministrative per la somministrazione al pubblico di bevande alcoliche e superalcoliche. Il Questore di Catania ha successivamente emesso decreto di cessazione dell’attività svolta abusivamente.

Potrebbero interessarti anche