Randazzo, una mostra dei gadgets Coca-Cola e le sue bollicine -
Catania
22°

Randazzo, una mostra dei gadgets Coca-Cola e le sue bollicine

Randazzo, una mostra dei gadgets Coca-Cola e le sue bollicine

Si è svolta a Randazzo, presso la sede della Confcommercio di via Carlo Levi (di fronte l’ufficio postale), la mostra dei gadget Coca-Cola, grazie alla personale organizzazione di Francesco Franco. Da oltre 30 anni Antonino Gangi, originario di Santa Domenica Vittoria, ma residente a Catania, con un oggetto ritrovato casualmente per strada ha costruito una graziosa collezione di gadget Coca-Cola, con centinaia di oggetti originali, rigorosamente made in Coca-Cola.

Una delle bevande più iconiche del mondo, la Coca-Cola, ha catturato l’immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo fin dalla sua creazione. Ma cosa c’è dietro l’etichetta rossa e bianca? Una storia di innovazione, creatività e marketing senza tempo. Immaginatevi immersi in un mondo di colori brillanti, nostalgia e un pizzico di effervescenza. Questa è l’esperienza che ha offerto la mostra dei gadget Coca-Cola, una raccolta affascinante di oggetti che tracciano la storia e l’evoluzione di uno dei marchi più riconoscibili al mondo.

Da classici cappellini e i teli mare con il logo Coca-Cola agli orologi da polso ai vecchi cartelli pubblicitari, la mostra offre uno sguardo esclusivo nella cultura popolare e nel mondo del marketing dagli anni Cinquanta del XX secolo ad oggi.

Tra le attrazioni più notevoli della mostra ci sono le edizioni speciali di bottiglie e lattine, alcune delle quali sono diventate oggetti da collezione altamente desiderati. Dalle bottiglie e lattine commemorative per eventi sportivi alle collaborazioni con artisti di fama mondiale, ogni bottiglia racconta una storia unica di creatività e innovazione.

Ma la mostra non si è fermata alle bottiglie. C’era una vasta gamma di gadget, dai portachiavi alle felpe e ai giocattoli per bambini. Insomma, una testimonianza della capacità della Coca-Cola di infondere il proprio marchio in ogni aspetto della vita quotidiana, diventando parte integrante della cultura popolare.

Questa esposizione non ha soltanto celebrato la Coca-Cola, ma è stato anche un viaggio nel tempo attraverso la storia del design, della pubblicità e del consumismo. È stata un’opportunità per immergersi nella nostalgia di epoche passate, di un marchio che ha lasciato un’impronta indelebile nella cultura globale.

Gli organizzatori promettono una replica dell’evento la prossima estate, sempre a Randazzo. Che siate giovani o vecchi, sarà un’esperienza che vi lascerà con un sorriso sulle labbra e nostalgia del passato, soprattutto dei ruggenti anni Ottanta e Novanta, quando si ballava con le bollicine in mano, c’era la Milano da bere e la sete del sabato sera.

Gaetano Scarpignato

Potrebbero interessarti anche