Giarre e Zafferana Etnea: contrasto all’illegalità diffusa. Scoperto un arrestato domiciliare che nascondeva la droga in casa. -
Catania
34°

Giarre e Zafferana Etnea: contrasto all’illegalità diffusa. Scoperto un arrestato domiciliare che nascondeva la droga in casa.

Giarre e Zafferana Etnea: contrasto all’illegalità diffusa. Scoperto un arrestato domiciliare che nascondeva la droga in casa.

Tolleranza zero contro i fenomeni di devianza giovanile e di vendita e consumo di droghe sia pesanti che leggere, questi sono stati gli obiettivi dei Carabinieri di Giarre, che la scorsa serata hanno svolto un articolato servizio coordinato a largo raggio nei comuni di Giarre e Zafferana Etnea, con il supporto della C.I.O. del 12° Reggimento Sicilia, finalizzato a contrastare qualsiasi fenomeno riconducibile all’illegalità diffusa.

In una prima fase, i Carabinieri hanno effettuato una serie di perquisizioni orientate al contrasto dei reati in materia di droga e tra queste, hanno controllato l’abitazione di un 22enne giarrese, agli arresti domiciliari per reati di spaccio, nel cui armadio della camera da letto, i militari dell’Arma hanno trovato più di una decina di dosi di marijuana, nascoste tra i vari capi di abbigliamento.

All’interno dello stesso armadio, i militari operanti hanno trovato anche circa 150€ presumibilmente provento dell’attività di spaccio. Sia i soldi che la droga sono stati sequestrati, in particolare la marijuana sarà analizzata nei laboratori di analisi dei Carabinieri, in modo da poter accertare il quantitativo di principio attivo, denominato tecnicamente tetraidrocannabinolo, strettamente correlato al potenziale dannoso della droga.

Il 22enne è stato ricollocato agli arresti domiciliari per  “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e segnalato all’ Autorità Giudiziaria per un aggravamento della misura in atto.

A fare da cornice agli importanti risultati conseguiti dall’Arma di Catania, sono stati svolti una serie di posti di controllo lungo le arterie stradali particolarmente trafficate nei due centri, al fine di prevenire quelle condotte di guida potenzialmente pericolose per la sicurezza pubblica e l’incolumità degli utenti della strada, nel corso dei quali i Carabinieri hanno identificato  46 soggetti e controllato 36 veicoli, con l’elevazione di  sanzioni amministrative per violazioni al C.d.S. per un importo complessivo di diverse migliaia di euro .

Potrebbero interessarti anche