Catania, stadio Massimino, ultime rifiniture -
Catania
24°

Catania, stadio Massimino, ultime rifiniture

Catania, stadio Massimino, ultime rifiniture

Si lavora alacremente allo stadio Massimino in vista del match tra Catania e Crotone di venerdì 1 settembre affinché l’impianto si presenti in regola e funzionale per ospitare la partita del campionato di Lega Pro.
Il sindaco Enrico Trantino e l’assessore allo sport e Politiche Comunitarie Sergio Parisi, hanno effettuato un sopralluogo di verifica dello stato di avanzamento dei lavori di riqualificazione, condotti con celerità tale che si possa ospitare la prima partita di campionato.

In dettaglio si sta lavorando per completare la separazione della curva nord dal settore ospiti che è stato ristretto: secondo la stima dei tecnici della direzione lavori dei tecnici comunale Melissa Duello e Grazia Scuto, si dovrebbe riuscire ad avere una capienza complessiva di circa 20.450 posti con un incremento di almeno 200 spazi aggiuntivi per i nuovi seggiolini, questi ultimi ormai sistemati in tutti gli spazi per i posti a sedere di ogni tribuna. Un lavoro imponente che ha riguardato anche la coibentazione degli spazi sottostanti gli spalti per evitare infiltrazioni di acqua che in passato si sono verificate.
Già completato, inoltre, il restyling degli spogliatoi sia per le squadre che per gli arbitri, mentre nella Curva Sud e nella Tribuna A è stato completato il rifacimento dei servizi igienici, che verranno interamente riqualificati nei prossimi due mesi anche in tribuna B e Curva Nord.
Gran colpo d’occhio anche la nuova pista di atletica, completamente rigenerata da uno strato di resina polieuretanica sui granuli di gomma precedentemente stesi e ora già verniciata con due strati di colore azzurro, in attesa della posa dello strato protettivo e della segnatura.

Vista la complessità delle operazioni da compiere relativamente allo smontaggio del tabellone elettronico esistente e al montaggio di quello nuovo di ultima generazione, già consegnato alla ditta esecutrice e di dimensioni notevolmente superiori a quello attuale, si procederà alla sua installazione nelle due settimane intercorrenti tra la prima e la terza giornata di campionato.
È stata già programmata anche la realizzazione dell’impianto audio, mediante un progetto specifico per il nostro stadio e secondo i parametri della FIFA. Sono previste opere di rifinitura quali la pitturazione delle ringhiere, la sostituzione di parte dei divisori fra le tribune, il trattamento con resina di tutte le scale delle tribune e il ripristino della malta di rivestimento dei parapetti delle curve nord e sud; sono inoltre previsti ulteriori interventi sugli impianti elettrici e antincendio.

Da segnalare, infine, il particolare trattamento a cui è stato sottoposto il campo erboso dopo i lavori di drenaggio e posa: è stato rasato quasi “a zero” nei giorni scorsi per consentire anche alle parti coperte di poter meglio respirare, considerate le alte temperature di questi giorni, e rendere così ancora più uniforme visivamente il green del Massimino.
Ormai completati i lavori di rifacimento dell’impianto di illuminazione a luci Led, che consentiranno un risparmio energetico di oltre il 60% dei costi e un inquinamento ambientale di Co2 pressoché azzerato. Impianto che, per le particolari caratteristiche tecniche, sarà il primo in Italia insieme a quello in via di realizzazione a Reggio Emilia che consentirà anche i giochi di luce su modello degli stadi americani.

“All’entusiasmo di questi giorni per la campagna abbonamenti –ha detto il sindaco Enrico Trantino- voglio aggiungere questo straordinario risultato di potere disputare al Massimino la prima partita, un fatto che non era affatto scontato se consideriamo la scadenza contrattuale di consegna fissata a febbraio del prossimo Uno stadio destinato a diventare un piccolo gioiello dell’impiantistica sportiva del Sud Italia, grazie all’impegno anzitutto dell’assessore Parisi, dei dirigenti comunali Finocchiaro e Di Caro, della Direzione Lavori, dei progettisti e di quanti a vario titolo stanno lavorando giorno e notte per essere pronti all’appuntamento con il campionato. Un vero e proprio record nell’esecuzione di questi interventi –ha concluso il primo cittadino-grazie alla collaborazione dell’azienda appaltatrice che ha spostato la nostra causa di avere finalmente uno staio moderno e adeguato”.

Potrebbero interessarti anche