Giarre, l'Amministrazione Cantarella prova ad uscire dal dissesto -
Catania
20°

Giarre, l’Amministrazione Cantarella prova ad uscire dal dissesto

Giarre, l’Amministrazione Cantarella prova ad uscire dal dissesto

Il consulente finanziario Letterio Lipari, già ragioniere generale dell’Ente, da mesi è al lavoro per gestire l’emergenza e attuare quelle strategie per risollevare il Comune, chiudendo la partita degli esercizi finanziari pregressi. “L’Ufficio patrimonio del Comune – afferma Lipari – sta per essere potenziato in via temporanea per completare il caricamento dei dati patrimoniali che sono corposi e ingenti come importo. Relativamente alla definizione dei residui, invece, si sta dando un ulteriore termine perentorio agli uffici dei vari dipartimenti comunali, entro e non oltre il 31 gennaio.

A breve si chiuderà la parificazione dei conti del tesoriere degli anni 2018, 2019 2020 e 2021, in quanto il servizio finanziario ha richiesto al tesoriere la riapertura  delle contabilità di cassa dei predetti anni, proprio per allineare i dati del tesoriere con quelli effettivi del Comune. Abbiamo anche attivato la verifica dei rapporti con gli organismi partecipati e definito e concluso lo stato dei rapporti crediti-debiti con l’Organismo straordinario di liquidazione, anche alla luce delle recenti modifiche normative, in base alle quali, il rimborso delle  anticipazioni di liquidità ricevute dalla Cassa Depositi e Prestiti, fino al 2021, sono di competenza del Comune e non dell’Osl”.

Lipari avverte che “in questa fase deve essere ancora definito il fondo rischi del contenzioso in itinere e l’eventuale fondo accantonamenti per le perdite degli organismi partecipati, ove ciò dovesse risultare necessario dalla verifica in itinere con gli organismi partecipati”.

“Con la definizione di questi adempimenti – sottolinea l’assessore al Bilancio, Antonella Santonoceto – l’amministrazione Cantarella raggiunge l’obiettivo di portare elementi utili alla conclusione della procedura di riequilibrio finanziario in atto, con l’obiettivo di avere l’ok dal ministero dell’Interno per riprendere la gestione finanziaria ordinaria. Ottenuto l’auspicato assenso, si provvederà all’approvazione dei bilanci e dei rendiconti del quadriennio 2018 -2021. Acquisiti i dati si programmerà un incontro con il ministero. Attualmente il Comune gestisce l’ordinario in maniera parsimoniosa, nel pieno rispetto dei principi contabili”.

Potrebbero interessarti anche