Giarre, bitumazione strade, scatta la fase conclusiva. Nuove crepe in via delle Acacie -
Catania
14°

Giarre, bitumazione strade, scatta la fase conclusiva. Nuove crepe in via delle Acacie

Giarre, bitumazione strade, scatta la fase conclusiva. Nuove crepe in via delle Acacie

Dopo una breve sospensione richiesta e accordata con il Comune da parte dell’impresa, a partire dalla prossima settimana riprenderanno gli interventi di ripavimentazione delle strade con il manto ammalorato. La somma stanziata per l’esecuzione dei lavori ammonta a 180 mila euro. I mezzi meccanici dell’impresa aggiudicataria dell’appalto ha completato la prima fase dell’intervento, ripristinando le condizioni di sicurezza in diverse strade ad alta densità veicolare, tra cui il corso Europa, un tratto di viale dello Jonio a Macchia, una porzione di via Luminaria, via Russo a Macchia e un lungo tratto di via delle Acacie, l’arteria viaria che collega Macchia a San Giovanni Montebello. In quest’ultimo asse stradale, tuttavia,  a distanza di giorni i residenti segnalano la poca resistenza del nuovo asfalto che inizia nuovamente a sfaldarsi.

Mentre, paradossalmente, alcune strade del centro storico giarrese sono state escluse dall’elenco predisposto dall’Ufficio tecnico, per l’esiguità dei fondi disponibili. Fra le tante spiccano la via Teatro, il cui manto, nella parte iniziale, in corrispondenza dell’incrocio con via Tommaseo, risulta gravemente dissestato e la via Manzoni, con la pavimentazione costellata da voragini di ogni dimensione. Come dicevano, la prossima settima, i mezzi dell’impresa torneranno in movimento per completare la fase degli interventi manutentivi.

I lavori si concentreranno nel cuore del centro storco con il rifacimento ex novo del manto di via Gentile, ridotto ai minimi termini, proseguendo, poi, su via Callipoli alta, tra l’incrocio con corso Matteotti sino a piazza Alessi (nodo monumento ai Caduti), in alcuni tratti di via Silvio Pellico, in via Gioberti, nel tratto di corso Europa antistante l’ingresso del parco comunale Jungo e tra via Mattarella e via La Torre. L’Amministrazione confida nella possibilità di programmare entro primavera, un secondo intervento, previa gara d’appalto, stanziando ulteriori 150 mila euro.

Potrebbero interessarti anche