Giarre, l'isola pedonale in corso Italia divide i commercianti. L'amministrazione: "Andiamo avanti con la nostra idea" -
Catania
14°

Giarre, l’isola pedonale in corso Italia divide i commercianti. L’amministrazione: “Andiamo avanti con la nostra idea”

Giarre, l’isola pedonale in corso Italia divide i commercianti. L’amministrazione: “Andiamo avanti con la nostra idea”

Da lunghi anni il tema dell’isola pedonale in corso Italia vede contrapposte due fazioni, tra favorevoli e contrari. L’amministrazione comunale che ha intenzione di rivitalizzare la piattaforma commerciale, in occasione del Natale, ormai alle porte, ha promosso un confronto con la locale Confcommercio, nei locali dell’ex pescheria. Un nutrito gruppo di operatori commerciali ha preso parte all’incontro. Presenti il sindaco Leo Cantarella con l’assessore allo Sport e Spettacolo, Giuseppe Cavallaro e il presidente della locale Confcommercio, Attilio Lo Po’.

Il primo cittadino giarrese ha rappresentato ai commercianti la necessità di vivacizzare il centro storico e di “ritenere l’occasione del Natale propizia per rilanciare la città in tema di aggregazione sociale. E, in questo senso, l’isola pedonale viene considerata dall’amministrazione una straordinaria opportunità per rendere la città a misura d’uomo”. Per anni l’assenza di parcheggi scambiatori è stato l’alibi della categoria. Quest’anno, però, con  la temporanea sospensione delle strisce blu e la possibilità di utilizzare due parcheggi in pieno centro, l’isola pedonale è un valore aggiuntivo.

Ma la chiusura al traffico del corso Italia nei week end ha visto protagonisti quei commercianti, ottusi, oltranzisti, che, l’altra sera, nel corso dell’acceso confronto,  hanno ribadito la propria contrarietà, tuttavia non fornendo risposta al fatto che, proprio loro, i commercianti, in questi mesi di assenza delle strisce blu, sono i primi ad occupare quasi tutti gli stalli disponibili sul corso Italia, a scapito dei potenziali clienti. Constatazione che è stata rimarcata dallo stesso assessore Cavallaro. E da qualche commerciante intellettualmente onesto.

Alla fine, dinanzi alle evidenti divisioni, l’amministrazione si dice determinata  a realizzare l’isola pedonale in corso Italia nei fine settimana di dicembre, perché la città è di tutti. E non di un solo gruppo di operatori commerciali, gran parte dei quali, neppure giarresi. La crisi che attraversa il comparto non è certo da imputare all’isola pedonale, ai parcheggi. Ma al cambiamento dei tempi. E molti commercianti garresi, in tempo di e-commerce sfrenato e vantaggioso, si aggrappano al passato, dimostrando di essere anacronistici.

Mario Previtera   

Potrebbero interessarti anche