Giarre, alloggi Rovettazzo, lunedi al via i cantieri -
Catania
11°

Giarre, alloggi Rovettazzo, lunedi al via i cantieri

Giarre, alloggi Rovettazzo, lunedi al via i cantieri

Nuova importante accelerazione per la riqualificazione del quartiere popolare Rovettazzo a Giarre. I lavori di messa in sicurezza e di ristrutturazione delle tre palazzine popolari di via Strada 18, sono stati già consegnati alla ditta che si è aggiudicata l’appalto e le operazioni prenderanno il via il prossimo 28 novembre. Gli interventi prevedono alcuni precisi step. Si procederà preliminarmente con la demolizione di una delle palazzine che risulta particolarmente compromessa dal punto di vista strutturale.

Gli assegnatari delle palazzine non interessate dalla demolizione, potranno rimanere nelle proprie abitazioni solo per poco più di un mese, mentre gli inquilini della palazzina da abbattere e ricostruire, già da tempo hanno trovato allocazione alternativa, mentre quelli che erano stati assegnati al centro diurno di via Berlinguer, andranno pure in alloggi individuati dall’Iacp con il supporto del Comune. Tornando ai cantieri di Rovettazzo (per la ristrutturazione degli immobili è stata impegnata una spesa complessiva di 2 milioni 935 mila euro) i lavori, come da crono programma, dureranno 12 mesi. Gli interventi prevedono la demolizione e ricostruzione ex novo del “corpo C” e la ricostruzione dei “corpi  edilizi A e B”.

E, in tema di emergenza abitativa, l’Iacp di Catania, proprio sulla scorta della positiva sinergia con l’amministrazione comunale giarrese, nell’ambito della gestione del dossier Rovettazzo, intende promuovere un monitoraggio negli altri numerosi plessi edilizi di proprietà dell’Iacp presenti nel territorio giarrese. L’iniziativa è confermata dal direttore dell’Iacp Patrizia Giambarveri: “Si tratta di un procedimento che intendiamo attuare a breve; ho già sentito il sindaco Leo Cantarella e i vertici locali dei carabinieri per verificare le condizioni dei fabbricati e avviare un confronto con gli inquilini.

Pensiamo di organizzare degli incontri collettivi nell’aula consiliare del municipio, nell’intento di fornire informazioni su diritti e doveri degli assegnatari, cosi da contrastare la disinformazione che li porta nella illegalità, poichè la legge – afferma il direttore dell’Iacp – deve essere vista come risorsa e opportunità per migliorare la qualità dell’abitare dei nostri assegnatari all’interno degli alloggi. E, in questo senso, l’Iacp intende fornire piena collaborazione in sinergia con l’amministrazione e le forze dell’ordine”.

Potrebbero interessarti anche