“Come la mafia comanda dal carcere”. Incontro della Fidapa Giarre-Riposto con il magistrato Sebastiano Ardita nel Liceo “Leonardo” di Giarre -
Catania
10°

“Come la mafia comanda dal carcere”. Incontro della Fidapa Giarre-Riposto con il magistrato Sebastiano Ardita nel Liceo “Leonardo” di Giarre

“Come la mafia comanda dal carcere”. Incontro della Fidapa Giarre-Riposto con il magistrato Sebastiano Ardita nel Liceo “Leonardo” di Giarre

La Fidapa Giarre-Riposto, d’intesa con la dirigente scolastica del Liceo “Leonardo” di Giarre e con il patrocinio del Comune di Giarre, venerdì 7 ottobre alle ore 9,30, ospiterà nell’aula magna del Liceo giarrese il magistrato Sebastiano Ardita, in prima linea nel contrasto alla criminalità organizzata.

Ardita è stato consulente della Commissione parlamentare antimafia, direttore generale dell’Ufficio detenuti, responsabile dell’attuazione del regime 41bis e poi procuratore aggiunto presso il Tribunale di Messina e di.Catania. Il relatore, prendendo spunto dalla sua ultima pubblicazione dal titolo “Al di sopra della legge. Come la mafia comanda dal carcere” presenterà alle fidapine, agli studenti e alle associazioni che interverranno, la sua preziosa testimonianza svelando “il dietro le quinte di vent’anni di giustizia – ingiustizia – in Italia”.

Converseranno con l’autore la scrittrice Marinella Fiume e il giornalista  Rosario Sorace. Si cercherà di dare risposta a tanti interrogativi, a cominciare dal cambiamento della mafia negli ultimi anni,  chi comanda davvero dietro le sbarre, come si spiegano episodi come le rivolte incendiarie del marzo 2020 con morti, evasi e scarcerazioni di boss in circuiti di alta sicurezza,  come esercitano il potere i leader mafiosi più irriducibili. Dopo aver evidenziato i limiti della classe politica e si indicheranno delle soluzioni praticabili per evitare che la permanenza in carcere non sia, come spesso accade, il luogo che favorisce l’avvio di  una carriera criminale.

Nhora Caggegi

Potrebbero interessarti anche