Gettonopoli, Raffaele Musumeci all'attacco: due consiglieri incompatibili. Esposto contro il Segretario Puglisi -
Catania
24°

Gettonopoli, Raffaele Musumeci all’attacco: due consiglieri incompatibili. Esposto contro il Segretario Puglisi

Gettonopoli, Raffaele Musumeci all’attacco: due consiglieri incompatibili. Esposto contro il Segretario Puglisi

In una nota indirizzata al sindaco di Giarre Leo Cantarella e al segretario generale Marco Puglisi, il vice presidente del Consiglio Raffaele Musumeci osserva che “sono trascorsi i termini assegnati per il pagamento e che tra i destinatari degli atti si riscontrano gli attuali consiglieri Leo Patanè e Antonio Camarda. Musumeci si è richiamato alla legge regionale 31 del 1986, secondo cui “non può ricoprire la carica di consigliere comunale colui che, avendo un debito certo, liquido ed esigibile verso il Comune, viene diffidato e messo in mora.

Leo Patané

Antonio Camarda

Secondo Musumeci costituisce obbligo normativo per l’ente comunale “attivare senza indugio le procedure per la declaratoria di decadenza dalla carica di consigliere comunale nei confronti di Patanè e Camarda, che non hanno ottemperato, ciò anche al fine di evitare che la presenza ai deliberati consiliari di consiglieri potenzialmente incompatibili, possa produrre inevitabili refluenze sulla legittimità degli atti adottati”.

Per tale ragione, il vice presidente dell’assise consiliare Musumeci, con propria nota, ha formalmente chiesto all’amministrazione e per essa, al presidente del Consiglio, perché provveda ad “attivare con assoluta tempestività ad avviare, nei confronti di Camarda e Patanè, la procedura di decadenza dalla carica di consigliere, rientrando, entrambi, nell’ipotesi di incompatibilità sopravvenuta”.

NEL MIRINO ANCHE IL SEGRETARIO GENERALE

E non è finita. Il vice presidente del Consiglio, Musumeci, non ha neppure risparmiato il segretario generale del Comune Marco Puglisi finito nel tritacarne.

In una nota indirizzata al dipartimento Affari interni del ministero dell’Interno e all’Ufficio Albo Segretari comunali e provinciali della Sicilia, ha sollecitato un atto di diffida e messa in mora – contestato al segretario generale Marco Puglisi – in relazione al mancato riscontro ad una precedente segnalazione con cui si rimarca che “sul sito istituzionale del Comune, sotto la voce controlli e rilievi dell’amministrazione-Corte dei conti, non risultano pubblicati, a libera visione dei cittadini, i referti relativi agli esercizi finanziari 2019 e 2020 e dei controlli interni dal 2017 al 2021, ne è stata consegnata copia a Musumeci, previa richiesta”.

Potrebbero interessarti anche