Riposto, dislocazione sul territorio di pannelli turistici e distribuzione mappe -
Catania
24°

Riposto, dislocazione sul territorio di pannelli turistici e distribuzione mappe

Riposto, dislocazione sul territorio di pannelli turistici e distribuzione mappe

Migliorare la visibilità della destinazione verso l’esterno, attraverso il potenziamento della comunicazione integrata, puntando sulle più moderne tecnologie digitali. Riposto con i suoi bacini portuali e la perla di Torre Archirafi, conferma la propria propensione turistica e, in questo quadro, il  turismo è anche conversazione, prima, durante e dopo il viaggio: attraverso post, dialoghi digitali, immagini e condivisione di esperienze, le persone scelgono una destinazione e iniziano il viaggio con il tour virtuale ancora prima di quello reale. Da qui la riconferma del progetto cartografico multimediale con la dislocazione, su tutto il territorio e nei luoghi maggiormente strategici e frequentati dai turisti, di pannelli con poster delle mappe professionali del territorio comunale aggiornaste, in scala e a colori.

Il progetto per il quale, stamane, in municipio, il sindaco Enzo Caragliano ha incontrato il responsabile della Geoplan, Daniele Intelisano, si pone l’obiettivo di accrescere l’immagine della città. Il piano progettuale, che entrerà nella sua fase attuativa la prossima settimana, prevede l’affissione di poster rigidi e plastificati, distribuzione di poster e di 3mila mappe tascabili da distribuire nel territorio.

Le cartografie del Comune di Riposto, saranno inoltre disponibili nei principali motori di ricerca web. Oltre ad una campagna pubblicitaria sulle piattaforme social. “Lo spirito dell’iniziativa – afferma il sindaco Enzo Caragliano -si inserisce nel più vasto piano del Turismo della cittadina marinara, ed è quello di condividere con il territorio gli obiettivi strategici per lo sviluppo dell’offerta turistica ripostese, la cui idea forza è quella di potenziare la comunicazione integrata dell’intero territorio, puntando sulle nuove tecnologie digitali”.

Potrebbero interessarti anche