La piazza di San Cosimo era “cosa loro”: condannato e rinchiuso in carcere -
Catania
12°

La piazza di San Cosimo era “cosa loro”: condannato e rinchiuso in carcere

La piazza di San Cosimo era “cosa loro”: condannato e rinchiuso in carcere

I Carabinieri della Stazione di Acireale, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale presso la Corte d’Appello di Catania, hanno arrestato il 45enne Sebastiano Bisicchia, del posto.

Era stato coinvolto in un’indagine antidroga svolta dai militari della Compagnia di Acireale con il coordinamento della Procura etnea che, nel maggio del 2017, aveva portato all’emissione di ordinanze cautelari dal GIP del Tribunale di Catania nei confronti di 11 componenti di un gruppo criminale dedito alla gestione della piazza di spaccio di San Cosimo, uno delle più fiorenti della città.

L’organizzazione in particolare era strutturata in maniera duttile, tale da potersi così riorganizzare nel caso di avvenuti arresti degli stessi componenti da parte delle forze di polizia, garantendo così stabilmente il “servizio” di spaccio dalle 8 del mattino alla mezzanotte.

Il Bisicchia, che dovrà adesso espiare la pena comminatagli di 12 anni di reclusione, è stato tradotto nel carcere catanese di Bicocca.

Potrebbero interessarti anche