Curiosità: i mercati che hanno avuto più successo durante la pandemia -
Catania
19°

Curiosità: i mercati che hanno avuto più successo durante la pandemia

Curiosità: i mercati che hanno avuto più successo durante la pandemia

Abbiamo vissuto mesi terribili per via del Covid-19 e delle conseguenze che ha portato nella vita di tutti i giorni. Molti settori economici ne sono usciti in ginocchio ed è difficile pronosticare quanto tempo impiegheranno per rialzarsi. Eppure ci sono dei mercati che hanno visto i loro fatturati schizzare alle stelle, proprio in virtù del virus e dei tanti limiti portati dalla pandemia.

I settori legati alla medicina e al digitale, cronaca di un successo annunciato

 È facile immaginare il successo per tutti quei settori legati all’ambito medico e farmaceutico. Basti pensare alla ricerca farmaceutica, attiva sin da subito nello studio di un vaccino contro il virus e dei rimedi per diagnosticarlo, o all’ambito dei medici specializzati e del personale sanitario, che giorno dopo giorno, hanno visto un aumento esponenziale delle richieste in tutto il paese.

Con il lockdown e l’obbligo di rimanere in casa e con i negozi chiusi, sempre più persone si sono dedicate allo shopping online. Comprensibile come tutto ciò che sia legato a questo settore abbia visto moltiplicare i propri ricavi.

Ecco che colossi come Amazon, eBay e Shopify (per citarne alcuni, ma il discorso vale per tutti gli store che vendono online) hanno incrementato i guadagni di percentuali a due cifre, se non a tre.

Stesso discorso per i brand, i negozi e gli artigiani che vendono i loro prodotti in rete. Di conseguenza, aumento di lavoro e di fatturato per il settore dei corrieri. Meno immediato pensare alle società che si occupano di packaging, anche loro hanno registrato un incremento notevole.

E il settore delle transazioni online? Le società di carte di credito e di pagamento virtuale (come ad esempio PayPal, Satispay) hanno fatto affari d’oro. Oro virtuale, ma pur sempre prezioso.

A ben pensarci, con una tale quantità di persone obbligate in casa e connesse senza soluzione di continuità, tutto il settore delle telecomunicazioni ringrazia.

Molti gli enti che dovranno adeguarsi al telelavoro anche per il futuro, con guadagni stratosferici per le società che operano in ambito informatico e in quello dell’assistenza.

La chiusura degli uffici ha significato anche l’esigenza di reperire e offrire, per quanto possibile, gli stessi servizi in altri modi; ecco che il settore legato alla creazione di contenuti online ha visto il fatturato moltiplicarsi. Idem per il campo dell’intrattenimento: radio, televisione, servizi in streaming e pubblicità online. Guadagni minori, ma sempre in crescendo, per il settore dei libri.

I settori per i quali non ci si aspettava il boom

 Oltre a tutti questi mercati, il fatto di restare chiusi tra le mura domestiche ha portato una crescita economica per tutti i settori che si rivolgono alle attività casalinghe, dal campo delle pulizie a quello delle attrezzature sportive.

Tra questi il mercato legato alla sfera sessuale.

Secondo studi di settore, il Covid-19 ha portato ai sex toys un aumento delle vendite di circa il 150%. Potrebbe sembrare incredibile, ma riflettendoci invece c’è una logica.

Pensiamo alle famiglie, con i bambini a casa dalle scuole e i figli più grandi rientrati dalle città universitarie e in casa anche la sera per via dei locali chiusi, gli adulti hanno avuto sempre meno momenti di intimità.

Ed ecco che prodotti come libido performa hanno visto un boom delle vendite, in quanto strumenti efficaci per raggiungere una prestazione memorabile in quei rari e preziosi momenti di intimità. C’è poi chi ha vissuto il problema opposto, la solitudine. Vuoi perché lontani da compagni e fidanzati, vuoi per la vita mondana interrotta, sempre più persone si sono dedicate all’autoerotismo, ricorrendo a sex-toys come lo strapon, scoprendo poi di non poterne più fare a meno.

Potrebbero interessarti anche