Calava “co’ panaru” la droga ai clienti: pusher in manette -
Catania
18°

Calava “co’ panaru” la droga ai clienti: pusher in manette

Calava “co’ panaru” la droga ai clienti: pusher in manette

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Gravina di Catania, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Cinofili di Nicolosi,  hanno arrestato nella flagranza il 20enne catanese Achille Sanità, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Grazie ad un prolungato servizio di osservazione, eseguito tra i civici 5 e 11 in via Balatelle a Catania, i militari hanno potuto comprendere le modalità attuative dell’attività di spaccio poste in essere dal giovane pusher.

I clienti, che sopraggiungevano soprattutto a bordo di scooter, rivolgevano lo sguardo verso il balcone del loro fornitore il quale, richiamato distintamente a gran voce “Achille!”,  a volte calava la dose servendosi di un tipico cestino di vimini, all’interno del quale l’acquirente, dopo aver ritirato la droga,  riponeva il denaro pattuito, mentre in alcuni frangenti consegnava la sostanza stupefacente sotto i portici delle palazzine.

A quel punto, per porre fine all’attività illecita, i carabinieri sono intervenuti bloccando lo spacciatore che, previa perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 205 euro in contanti, presumibilmente incassati dalla pregressa vendita della droga.

Estendendo la perquisizione nell’abitazione del giovane catanese, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 45 dosi di marijuana e un bilancino elettronico di precisione.

Potrebbero interessarti anche