Allarme inquinamento ambientale alla foce dell'Alcantara e nel torrente Macchia. Indagine della Forestale -
Catania
15°

Allarme inquinamento ambientale alla foce dell’Alcantara e nel torrente Macchia. Indagine della Forestale

Allarme inquinamento ambientale alla foce dell’Alcantara e nel torrente Macchia. Indagine della Forestale

Una bomba ecologica altamente pericolosa quella scoperta dal personale del Corpo Forestale, distaccamento  di Giarre, nell’ambito di un attività di ricognizione del territorio che ha portato i forestali a relazionare i fatti, con decine di foto e video, e trasmettere gli atti alla Procura di Catania per le successive determinazioni.

Un quadro allarmante quello scoperto in particolare alla foce dell’Alcantara, in territorio di Calatabiano e lungo un tratto del torrente Macchia a Santa Maria la Strada. Un danni ambientale potente, senza contare gli effetti derivanti dall’irregolare deflusso delle acque ostacolato dalla presenza di rifiuti di enormi dimensioni. Alla foce dell’Alcantara gli uomini del Corpo Forestale hanno scoperto la presenza di un notevole quantitativo di rifiuti speciali, anche pericolosi, provenienti da operazioni di costruzione e demolizione, scarti di apparecchiature elettriche di varia tipologia e tra questi anche componenti elettronici classificati pericolosi. E ancora: rifiuti urbani, inclusi quelli indifferenziati e quantità smisurate di sacchi con all’interno abiti usati; carcasse di elettrodomestici in disuso, materiali in plastica di varie dimensioni.

I forestali, al termine degli accertamenti, oltre la Procura hanno informato i responsabili del Parco fluviale dell’Alcantara. Gli ulteriori controlli eseguiti lungo i torrenti, hanno portato, poi, alla scoperta di altri accumuli di rifiuti ingombranti, tra cui rottami di auto, lungo il greto del torrente Macchia. Oltre ai potenziali pericoli di inquinamento, i rifiuti rappresentano un concreto pericolo per il deflusso delle acque torrentizie in caso di pioggia.

Una bomba ecologica quella venuta alla luce nel tratto di torrente che attraversa l’abitato di Santa Maria la Strada. Rifiuti altamente pericolosi, quelli individuati, tra cui pitture e vernici di scarto, rifiuti da imballaggio, stracci, materiali filtranti e indumenti protettivi, imballaggi di carta e cartone e plastica. E ancora: rifiuti prodotti dallo smantellamento di veicoli fuori uso, miscele bituminose e scarti cementizi. Un indecente sfacelo.

 

FOTO GALLERY

Potrebbero interessarti anche